To view this page ensure that Adobe Flash Player version 11.1.0 or greater is installed.

armonici ad arpa Suggestiva combinazione fra armonici “naturali” e ottavati (ve- di). La tecnica è spiegata e illustrata nel primo esempio da Tem- porary di Jon Gomm e nel video. armonici ottavati Consistono nell’esecuzione del secondo armonico utilizzando solamente la mano destra. Le due tecniche più diffuse, come mostrato nel video, hanno in comune la funzio- ne del dito indice, deputato a sfiorare la corda un’ottava sopra (12 tasti) la nota diteggiata dalla mano sinistra. La corda può essere pizzicata con il pollice op- pure con l’anulare (privilegiato perché, a differenza del medio, permette di av- vicinarsi di più al ventre: vedi Armonici); in quest’ultimo caso, il pollice de- stro rimane libero per l’esecuzione di eventuali bassi. È anche possibile sfiora- re le corde con il pollice e pizzicare con l'indice; questa modalità garantisce pu- lizia sulle corde gravi, specie per chi ha usa le unghie. banjo roll Rapidi arpeggi a imitazione del banjo; il senso di rotolamento (roll) è causato dagli spostamenti d’accento e dalla possibilità di ri- petere la stessa nota su corde differenti. Un esempio di banjo roll tratto da Brown Bomber di Pete Huttlinger (da Naked Pop, 2002). Notiamo, a proposito dello sposta- mento di accento, il differente piaz- zamento della nota re. Notiamo an- che la nota sol suonata sia a vuoto che sulla 4ª corda. La velocità è no- tevole, ma l’idea è efficace anche a tempi più tranquilli. È caldamente raccomandato il thumb- pick. AXE MARZO_2014 57