To view this page ensure that Adobe Flash Player version 11.1.0 or greater is installed.

Giampiero Villa QUINTA DIMINUITA La b5ª è un colore caratteristico del fraseggio blues ma essendo una nota dissonante va trattata con tecniche differenti, a seconda del- l’effetto sonoro che si vuole ottenere. Vediamo alcuni possibilità di utilizzo su fraseggi che includono la b5ª; useremo per gli esempi l’accordo di Sol7 e la pentatonica minore di SOL. Inclusione della b5ª tra due note della pentatonica mi- nore, utilizzando quindi la nota dissonante di passaggio. Un’altra possibilità consiste nel partire dalla nota della pen- tatonica superiore o inferiore rispetto alla b5ª stessa e poi farvi ritorno: la dissonanza si muove per semitono e sarà più fruibile, dato che l’o- recchio si appoggia su una nota già ascoltata in precedenza. Approccio microtonale partendo dall’11ª per poi passare attraverso una zona di intonazione mobile tra l’11ª e la b5ª. Le note contrassegnate dal segno “+” sono suonate con un leggero bending (circa un quarto di tono); in questo caso quindi si ottiene un’intonazione leggermente calante della b5ª, molto usata nel blues. Utilizzo della b5ª per ottenere un effetto tensivo, adatto ad un fraseggio di stampo jazz- fusion: in questo caso la b5ª è spes- so accompagnata da un fraseggio costruito su intervalli am- pi (anche 6ª e 7ª) della pentatonica minore (si ascolti Scott Henderson o Jimmy Herring). vi- AXE APRILE_2014 65