To view this page ensure that Adobe Flash Player version 11.1.0 or greater is installed.

esclusivamente i polpastrelli per evitare che le unghie della mano destra dessero vita a un attacco troppo tagliente. Niente di diffi- cile, anzi semmai doveroso, poiché quando si lavora con ampli molto dinamici è giusto prestare attenzione al tocco per far si che il suono risulti totalmente di nostro gradimento. HOME, STUDIO E LIVE Con un rapporto qualità/prezzo soddisfa- cente per tutti e due i prodotti presentati dal- la Schertler, crediamo che la scelta di ac- quistare Giulia Y o David sia personale e ba- sata sull’uso specifico che ne vogliamo fa- re: più home e piccoli club Giulia, utilizzabi- le in qualsiasi situazione David. Anche il bud- get a disposizione può fare la differenza, ma non dimentichiamo che entrambi gli ampli possono essere ri-amplificati in caso di ne- cessità. In tutti e due i casi acquisteremo un prodotto ottimamente realizzato che da an- ni è un saldo punto di riferimento nel mer- cato degli amplificatori per strumenti acu- stici. Accattivante la disponibilità di cavi e stand di qualità, nonché belle custodie colorate per Giulia Y, che ne enfatizzano la comodità di trasporto. Alla fine di questo numero riproponiamo, nel Backup Rig, il test del precedente modello Giulia dove troverete ulteriori dettagli su dif- ferenze e timbrica.