PDA

Visualizza versione completa : attenuatore di potenza



magheggio
03-30-2015, 07:05 AM
Salve,
in vari siti ho trovato che ci sono diversi ragazzi che, per poter sfruttare il loro valvolare a pieno, e dati i prezzi dei dissipatori mediamente in commercio, si sono realizzati un dissipatore di potenza in casa con poche decine di euro.
Inutile dire che la cosa mi solletica non poco sotto tutti e due gli aspetti: far suonare come si deve il mio; mettere le mani in pasta per realizzarlo...
Il tutto parte da un componente che si chiama LPAD venduto dalla Ciare... questo LPAD è già un dissipatore di potenza: ha tre pin ed al suo interno dovrebbe avere solo resistenze, almeno una delle quali variabile,... esteticamente si presenta come un pot di volume molto grande.
Io ho acquistato un LPAD da 100 WATT ed 8 ohm per il mio finale da 20... ce ne sono da 15 e da 50... sempre 8 ohm...
Il progetto sarebbe di svuotare un vecchio alimentatore da PC rotto lasciando solo la ventola fare tre buchi nel case e applicare l'LPAD e inserire due femmine jack, collegare le due femmine opportunamente all'LPAD ed alimentare la ventola con un alimentatore nuovo... mi sembra ci vuole da 12 volt, però non so di quanti ampere lo devo prendere... arrivano fino ad oltre 5 ampere e quelli da 1 A stabilizzati si trovano in internet anche a 3 euro... costano più le spese di spedizione...
Nel progetto visto che ho sovradimensionato l'LPAD la ventola non dovrebbe essere necessaria, ma mi sembra una cosa alla mia portata per cui vorrei mettercela così da rendere il mio dissipatore utilizzabile anche con altri ampli più potenti...
Dato che ho un finale stereo ne devo realizzare 2... ma comincio con uno e lo provo su una testatina che non sono ancora riuscito a vendere...
La spesa tra componente, jack, ed alimentatore sarebbe sui 30 euro per ogni canale...
Allora da quanti Ampere lo prendo l'alimentatore per la ventola?
Come isolo l'LPAD dal case in metallo dell'alimentatore? (non vorrei scaldasse troppo il case in alluminio) Ho visto che qualcuno mette del semplice multistrato...

Allego schema del componente e del circuito...550

Stefano Sabatino
03-30-2015, 07:12 AM
..........

magheggio
03-30-2015, 08:39 AM
Ciao,

Su AXE è stato pubblicato il test di un attenuatore, anni fa.
Credo su un K&K.
Era perfetto.
Non era costruito con elementi come quello che indichi.



Non lo trovo, non trovo nessun attenuatore K&K... chi sarebbe K&K?



Sempre su AXE, ho pubblicato un articolo dedicato all'argomento, con tabelle di attenuazione e componenti da utilizzare.
Pochi euro ed il problema è risolto :)
Chiedi al director se il numero è disponibile.

Che attenuazione ti occorre?


Così su due piedi non ti saprei dire: ho un marshall EL84 e lo utilizzo col volume ad ore 9 circa in una stanza di dimensioni normali... già è molto alto il volume... vorrei semplicemente poter alzare il volume del mio finale fino ad ore 3, più o meno, e sentire cosa ne viene fuori senza tirare giù palazzi e bestemmie... e denunce!

Burny
03-30-2015, 08:55 AM
Salve,
in vari siti ho trovato che ci sono diversi ragazzi che, per poter sfruttare il loro valvolare a pieno, e dati i prezzi dei dissipatori mediamente in commercio, si sono realizzati un dissipatore di potenza in casa con poche decine di euro.

Il tutto parte da un componente che si chiama LPAD venduto dalla Ciare.

ed alimentare la ventola con un alimentatore nuovo... mi sembra ci vuole da 12 volt, però non so di quanti ampere lo devo prendere... arrivano fino ad oltre 5 ampere e quelli da 1 A stabilizzati si trovano in internet anche a 3 euro... costano più le spese di spedizione...
Nel progetto visto che ho sovradimensionato l'LPAD la ventola non dovrebbe essere necessaria, ma mi sembra una cosa alla mia portata per cui vorrei mettercela così da rendere il mio dissipatore utilizzabile anche con altri ampli più potenti...
Dato che ho un finale stereo ne devo realizzare 2... ma comincio con uno e lo provo su una testatina che non sono ancora riuscito a vendere...
La spesa tra componente, jack, ed alimentatore sarebbe sui 30 euro per ogni canale...
Allora da quanti Ampere lo prendo l'alimentatore per la ventola?
Come isolo l'LPAD dal case in metallo dell'alimentatore? (non vorrei scaldasse troppo il case in alluminio) Ho visto che qualcuno mette del semplice multistrato...

Allego schema del componente e del circuito...550


Le ventole assorbono dai 100mA ai 500mA, non serve una alimentazione stabilizzata.

Attenzione che gli alimentatori switching low cost sono rumorosi, ti ritrovi schifezza nell'ampli e nella pedaliera.


Questo attrezzo, funzionicchia per i nostri ampli anche se non è stato progettato per questo:

551

Si, ce l'ho anche io...Daltronde per avere un idea concreta devi toccare con mano.

Il suo funzionamento è per un altoparlante, normalmente viene utilizzato per eliminare l'esuberanza degli alti, anche del woofer...Forse. In tutti i casi considera che il suo funzionamento all'interno di un diffusore non è continuo perchè c'è a monte un filtro cross-over che separa le varie frequenze per cui non gli arriva la piena potenza per un tempo lungo, cosa che invece accade attaccandolo ad un diffusore monovia come è quello di un chitarrista.

Ed è il motivo principale del sovradimensionamento del componente rispetto alla potenza dell'ampli.

Più la potenza del PAD si avvicina a quella dell'ampli, più aumenta la potenza dissipata, provocando la distruzione della parte resistiva dove tocca il cursore, questo nella migliore delle ipotesi provoca un isolamento...Nella peggiore, un corto e non è così difficile che il trasformatore del tuo valvolare voli in paradiso.


Quindi ampi 20 watt lpad 100w ok.

L'attenuatore H&K è un riferimento, in rete trovi dei bellissimi attenuatori, con resistori blindati, che ti consentono di lavorare su ampli di potenza elevata senza rischi e di facile costruzione, vai anche a vedere il num. di AXE con l'attenuatore di Sabatino, sinceramente non mi ricordo com'era fatto.


Attenzione che nella distorsione entra in gioco anche quella dell'altoparlante...Che tu stai escludendo: hai valutato l'idea di una isobox? ;-)

ciao ciao



S.

magheggio
03-30-2015, 09:18 AM
Credo che l'altoparlante, nel mio caso, distorca molto poco perchè io ho due casse da 200 watt... con i favolosi black shadow... non credo che il segnale che gli arriva dal finale le impensierisce particolarmente...
Il problema è sempre di suonare a volume da appartamento, al momento, vista la mancanza di un gruppo in cui suonare, per puro diletto!... molti si ritengono soddisfatti con questo LPAD....

Non ho pensato ad una isobox ma a me non serve registrare... e temo di non avere lo spazio davanti alle casse per mettere una isobox...

Mi lascia perplesso che un alimentatore possa interferire col segnale audio: guarda che l'alimentatore mi serve solo per alimentare la ventola... sono 2 circuiti distinti... come puoi vedere nella figura l'attenuatore funzionerebbe anche da solo, non ci sarà nessuna possibilità di "contatto" col circuito audio... metto la ventola solo in previsione di utilizzarlo con ampli più grossi che possano richiedere un raffreddamento forzato, dato che ovunque guardo, trovo che con un 100 watt per un 20 (utlizzato al 20%) non mi devo preoccupare di raffreddare.

Non lo trovo questo attenuatore di Sabatini... magari ce l'ho anche in cartaceo ma su quale numero? ed in più molti sono a casa dei miei genitori... però se va male a Pasqua...

Aiuto, Big Axe, sai dirmi su quale numero di Axe trovo questo articolo sui dissipatori?

Burny
03-30-2015, 01:06 PM
...
Il problema è sempre di suonare a volume da appartamento, al momento, vista la mancanza di un gruppo in cui suonare, per puro diletto!... molti si ritengono soddisfatti con questo LPAD....

Non ho pensato ad una isobox ma a me non serve registrare... e temo di non avere lo spazio davanti alle casse per mettere una isobox...

Una buona marca di alimentatori non rumorosi?

Non lo trovo questo attenuatore di Sabatini... magari ce l'ho anche in cartaceo ma su quale numero? ed in più molti sono a casa dei miei genitori... però se va male a Pasqua...
Aiuto, Big Axe!

E l'avevo capito che ti serviva per le performance casalinghe :-)

L'alimentatore può essere tranquillamente uno tradizionale con trasformatore...Uno cinese, quelli multitensione venduti negli empori, misuri 9/12V spostando il selettore e sei a posto...L'assorbimento già te l'ho scritto.

L'Lpad non lo isolare, meglio che si aiuti a disspare il calore anche tramite il box che non credo sia di alluminio.

Buon divertimento


B.

Stefano Sabatino
03-30-2015, 02:48 PM
..........

Burny
03-30-2015, 08:30 PM
Mi lascia perplesso che un alimentatore possa interferire col segnale audio: guarda che l'alimentatore mi serve solo per alimentare la ventola... sono 2 circuiti distinti... come puoi vedere nella figura l'attenuatore funzionerebbe anche da solo, non ci sarà nessuna possibilità di "contatto" col circuito audio...

Vabbè mi arrendo, troppi "Sabatini":

L’alimentatore switching genera delle armoniche spurie che se non opportunamente filtrate (tradotto aumento del costo per implementazione di circuiteria aggiuntiva) rientrano in rete, gli alimentatori economici non hanno il filtro di rete.

La rete non è quella del pescatore ma quella elettrica, la 220.

L'ampli, l'alimentatore della pedaliera lo switching, la lavatrice, il televisore, il caricabatteria eccetera eccetera sono su circuiti separati oppure no?

Ciao ciao

B.

Stefano Sabatino
03-31-2015, 07:01 AM
..........

Burny
03-31-2015, 07:44 AM
Ciao,

burny...non fare lo spiritoso.
Rispondi alle domande correttamente...............
Firmati con nome e cognome.

Ripartiamo dall'ABC = che differenza di resa acustica apprezzabile ad orecchio esiste fra un condensatore ceramico ed uno poliestere..?!

Che impedenza d'ingresso presenta il tuo buffer?
Avanti.

Ciao,
Steve


Che vuol dire firmati con nome e cognome, mi vuoi fare le poste a sotto casa?

Ti ho risposto e sono stato gentile ed educato malgrado per l'ennesima volta ti abbia pregato di non fare solo domande da pierino e di contribuire fattivamente alle discussioni.

Un paio di cose poi la smetto di perdere tempo:

Per il buffer, che sta in un altro post, sei scollegato con tutto, ti ho già risposto...Ah già, tu non sei in grado di calcolare l'impedenza di un buffer, comunque l'ho fatto io per te, vatti a leggere la risposta e studia che non basta far domande all'insegnante per dimostrare che sei attento.

Riparti dall'ABC.



Buona Pasqua e cordialità a tutti.

B.

P.S.
Per tua cultura, quello potrebbe non essere un buffer, oggi sono generoso: è un derivatore. Adesso studia bene che ti interrogo.


PP.SS. @Magheggio

Per alimentare le vantole mettici quello che ritieni più opportuno, l'LPAD ce l'ho anche io e l'ho usato senza problemi.

Stefano Sabatino
03-31-2015, 08:46 AM
..........

Big Axe
03-31-2015, 01:44 PM
Io ho un paio di alimentatori a trasformatore cinesi da 5 e 3 euri, non mi sembrano rumorosi. Il problema è che gli spinotti non si adattano perfettamente alle prese di alimentazione di catenelle e pedali. Chissà perché...

Stefano Sabatino
04-02-2015, 12:53 PM
..........

magheggio
04-09-2015, 11:29 AM
Ho trovato un alimentatore cinese nel deposito di un laboratorio informatico :) .... è un 12V 1200 mA... viene via gratis... avrei intenzione di sdoppiare l'uscita per alimentare due dissipatori... c'è qualche prova di laboratorio che posso fare per sapere se sarà rumoroso o altro? O l'unica è usarlo e ascoltare?

Burny
04-09-2015, 12:07 PM
Ho trovato un alimentatore cinese nel deposito di un laboratorio informatico :) .... è un 12V 1200 mA... viene via gratis... avrei intenzione di sdoppiare l'uscita per alimentare due dissipatori... c'è qualche prova di laboratorio che posso fare per sapere se sarà rumoroso o altro? O l'unica è usarlo e ascoltare?



Usarlo e ascoltare.

Ciao

B.

Stefano Sabatino
04-09-2015, 12:32 PM
..........

Burny
04-10-2015, 08:09 AM
Tensione d'uscita / Valore in ohm della resistenza = Corrente

Ex:

12V / 10 ohm = 1.2A = 1200mA efficaci
12 / 12 = 1A = 1000mA efficaci
12 / 27 = 0.44 A = 440mA efficaci

Ciao,
Steve



E dire che per il calcolo della corrente efficace ho dovuto passare l'esame di analisi (di psicologia patologica):

572

E come se non bastasse me l'hanno spacciata come "formula" da impiegare per le grandezze variabili nel tempo, mentre v=r*i è una retta!

Mi faccio ridare i soldi indietro.

B.

magheggio
04-16-2015, 09:32 AM
Non conosco il concetto di Corrente Efficace... più di 10 anni fa ho sostenuto gli esami di Elettrotecnica, Elettronica Applicata, Elettronica dei Sistemi Digitali all'università: qui le cose sono due: o l'arteriosclerosi è già potente in me :) , oppure i metodi di studio ed apprendimento che si utilizzano nelle università italiane sono pietosi... io direi la seconda, a senso... ho visto forse due volte nella vita un oscilloscopio, mai toccato però, dicono fosse pericoloso :), ed ho fatto le mie prime 4 saldature 2 anni fa...
Ringrazio Seb per i suggerimenti... in questi giorni proverò a visitare un conoscente in un lab di elettronica per vedere di fare qualche prova con la resistenza da 50 watt...

Burny
04-16-2015, 10:08 AM
Non conosco il concetto di Corrente Efficace... più di 10 anni fa ho sostenuto gli esami di Elettrotecnica, Elettronica Applicata, Elettronica dei Sistemi Digitali all'università: qui le cose sono due: o l'arteriosclerosi è già potente in me :) , oppure i metodi di studio ed apprendimento che si utilizzano nelle università italiane sono pietosi... io direi la seconda, a senso... ho visto forse due volte nella vita un oscilloscopio, mai toccato però, dicono fosse pericoloso :), ed ho fatto le mie prime 4 saldature 2 anni fa...
Ringrazio Seb per i suggerimenti... in questi giorni proverò a visitare un conoscente in un lab di elettronica per vedere di fare qualche prova con la resistenza da 50 watt...

Era un modo gentile per dire che il valore efficace è relativo a grandezze alternate e non continue, non si può parlare di valore efficace in questo caso.

Comunque è elettrotecnica a livello liceale.

Immagina se ogni volta che si acquista un alimentatore bisogna andare in un laboratorio...
Se acquisti un automobile vai in pista o in una galleria del vento?

Rimango sempre più perplesso.

Buona giornata

B

Stefano Sabatino
04-16-2015, 04:05 PM
..........

Burny
04-16-2015, 05:15 PM
Buonasera,

Si dice valore efficace della tensione e della corrente di un'onda sinusoidale il valore equivalente che produce su di un resistore di resistenza R gli stessi effetti di riscaldamento della tensione continua.
Dato cioè un resistore di valore R, se lo alimentiamo con tensione continua di 12V, oppure lo alimentiamo con tensione alternata avente valore efficace di 12V gli effetti sul riscaldamento del resistore sono equivalenti.

Quando non si hanno argomentazioni e si vuole per forza apparire quel che non si è, si rischia di cadere nel banale.
Non è necessario essere accademici per dimostrare di AVER AFFERRATO UN CONCETTO.

Questa è davvero l'ultima volta che scrivo su questo forum, perchè si rischia di annegare in polemiche inutili e sterili.
Ed a me non va.

Mi dispiace, ma non mi diverto e non ho più stimoli....

Ciao a tutti, buona musica,
Steve


Puoi scrivere quanto vuoi ma se scrivi cose inventate è bene che qualcuno si prenda la responsabilità di farlo notare.

Sei tu che hai scritto questo oppure hai dei folleti nel PC:



Tensione d'uscita / Valore in ohm della resistenza = Corrente

Ex:

12V / 10 ohm = 1.2A = 1200mA efficaci



In elettronica non esiste il valore efficace in corrente continua, solo che a te sfugge evidentemente, allora, beccato per l'ennesima volta cerchi di buttarla in caciara.

Questa è la penultima dimostrazione che sei approssimativo, hai le idee confuse e sono stato gentile!

Se non vuoi subire lezioni non darle, perchè quando trovi qualcuno che "te le suona", per rimanere in tema musicale, ti rizeli, ti annoi e non hai più stimoli.

Ci sono tante di opzioni:

non strafare
evitare la supponenza
studiare e capire, allora parlare con cognizione
stare zitti

Chi non sa fare, insegna. Chi non sa insegnare, insegna ginnastica. Tu sei quello che neanche la ginnastica.

Q:
"Vorrei montare delle corde con scalatura 10 su una fender con ponte fisso"

A:
"Vai da un fabbro, metti sotto la pressa di una tonnellata il manico; se una muta da 10 esercita una forza di 300Kpf allora la pressa deve essere impostata per 700kg, se vedi che il manico esplode allora sei sicuro che non puoi montare una muta da 20..."

Ma lo rileggi quello che scrivi, lo ritieni sensato?

Ah ho capito, vorresti che nessuno ti contradicesse mentre tu poi farlo liberamente.

Troppo comodo, ti piace vincere facile, eh?

Bene mi hai stimolato a darti la prossima lezione.


B.

P.S.
Accademici?
Matematica del liceo, elettronica da istituto professionale o avviamento al lavoro è accademia?
Ma non sei te quello che parla di "modelli matematici" come se fosse il suo pane quotidiano?
Test audiometrici, simulazioni di non so cosa...Hai paura di una funzioncina?


https://www.youtube.com/watch?v=1Y473QZUjto

Stefano Sabatino
04-17-2015, 06:54 AM
..........

Burny
04-17-2015, 07:10 AM
Ah, l'avevo detto che sei uno stimolo continuo! Fantastico.

Le prime tre righe di wikipedia dicono il contrario:

In teoria dei segnali il valore efficace di una funzione periodica è il valore che avrebbe un segnale costante di pari potenza media:


In elettrotecnica viene introdotta nel regime alternato e trifase per confrontarla con la corrente continua semplificando l'espressione della potenza media ed evitando di analizzare istante per istante il suo andamento.

Ah scusa, il mio wikipedia:

http://it.wikipedia.org/wiki/Valore_efficace

...Poi volendo puoi fare causa al mondo, accademico e non:

https://www.google.com/search?q=valore+efficace&ie=utf-8&oe=utf-8

Oppure dire semplicemente che hai preso una cantonata. Non succede nulla.

A me capita spesso.

...Ma non sia mai che il tuo è uno pseudonimo ed il tuo nome vero è Galilelo Galilei?

Se non lo capsici è grave, sei come un tonno nella rete: più ti muovi e più ti incarti.


B.

Stefano Sabatino
04-17-2015, 07:17 AM
..........

magheggio
04-17-2015, 12:07 PM
Immagina se ogni volta che si acquista un alimentatore bisogna andare in un laboratorio...
Se acquisti un automobile vai in pista o in una galleria del vento?

Rimango sempre più perplesso.

B

Non direi proprio, io ho pensato di testare questo alimentatore perchè non ne conosco la provenienza e la qualità costruttiva... nella mia pedaliera ci sono già 3 alimentatori che non mi sono mai sognato di testare perchè sono quelli del pitch factor, del DC brick e dei pedali AMT.

magheggio
04-21-2015, 02:21 PM
Il tecnico dice che l'alimentatore cinese dovrebbe andare bene per me (dal punto di vista del rumore)... mi ha anche sdoppiato l'uscita per alimentare due dissipatori... io neanche sapevo esistessero certi strumenti di lavoro e componenti: una sorta di guaina per isolare i conduttori che si infila su e poi con un aggeggio che soffia aria molto caldo li si fa aderire per bene al conduttore, una pasta che rende lo stagno (di bassa qualità) meno viscoso, un aspiratore di stagno per pulire contatti già saldati e dissaldati... comincio col comprare un multimetro... neanche quello ho!

Burny
04-21-2015, 04:03 PM
Il tecnico dice che l'alimentatore cinese dovrebbe andare bene per me (dal punto di vista del rumore)... mi ha anche sdoppiato l'uscita per alimentare due dissipatori... io neanche sapevo esistessero certi strumenti di lavoro e componenti: una sorta di guaina per isolare i conduttori che si infila su e poi con un aggeggio che soffia aria molto caldo li si fa aderire per bene al conduttore, una pasta che rende lo stagno (di bassa qualità) meno viscoso, un aspiratore di stagno per pulire contatti già saldati e dissaldati... comincio col comprare un multimetro... neanche quello ho!

Guaina termoretraibile, più comunemente termorestringente. Di varie sezioni, si riduce del 50% al calore. Utilizzata sia dagli elettronici che dagli elettricisti.

L'aggeggio è una pistola ad aria calda ovvero pistola termica ad aria ovvero termopistola (che sembra un termine Lumbard per identificare uno scemo sensibile al calore) ovvero superphon eccetera. 20/22€

Utilizzata con l'apposito beccuccio a gancio per la guaina, oppure come sverniciatore.


L'aspiratore di stagno, se non sei un professionista va bene anche la classicissima "Pompetta succhia stagno", 5€; per eliminare lo stagno in eccesso si utilizza anche la treccia di rame.

La pasta è già contenuta nello stagno, serve per pulire la superficie ed assicurare un contatto migliore. Normalmente viene utilizzata per saldatura smd ed è chiamato flussante.

Buon divertimento! :-)

B.

magheggio
06-10-2015, 08:42 AM
Ho avuto altro da fare per un po' ma ora sono tornato sul progetto.
Ne ho costruito uno e l'ho provato con la mia testata da 12 watt... che dire... una figata... 12 watt su un dissipatore da 100 watt, il dissipatore rimane freddino... se metto l'uscita del LPAD al massimo dell'attenuazione ed il volume del finale a 3/4, risulta silenziato quasi del tutto poi ho portato l'attenuazione a 3/4 ed il suono e ben più ricco di quando lo tenevo ad un 1/4 ma a volumi da appartamento... il test è durato meno di 30 minuti... facevo già i salti di gioia... farò un altro test per un uso prolungato superiore all'ora di utlizzo e vedrò come si comporta con la ventola e con le valvole del finale...

Intanto realizzo il secondo per applicarli al finale stereo e testare quello che è l'obiettivo principale!

Burny
06-14-2015, 07:21 PM
... vedrò come si comporta con la ventola e con le valvole del finale...

Intanto realizzo il secondo per applicarli al finale stereo e testare quello che è l'obiettivo principale!

Bene, buon lavoro allora! :-)


B.

magheggio
07-23-2015, 07:52 AM
Ad un mese dal completamento del progetto, complice il gran caldo che mi prosciuga, mi fa sudare e mi impedisce di provare (proprio mi fa passare ogni fantasia :), in casa ho costantemente almeno 29 gradi.... ci vorrebbe un climatizzatore!) ho fatto solo due prove "definitive" di circa 1 ora con tutto il setup mio e che dire... il risultato è certamente migliore dal punto di vista sonoro rispetto al non averli questi dissipatori: ho messo il volume del finale a quasi 3/4 e l'attenuazione a 9/10 di quella massima, l'LPAD rimane freddino, le ventole nel mio caso non servono, il suono è a volumi da appartamento e a prova di vicino... all'orecchio è più bello, più ricco anche rotondo quando serve nulla da eccepire... è quello che mi ci voleva!
Però un commento a posteriori... io con un LPAD da 100 watt tento di rendere piacevole ed utilizzabile a volumi da appartamento un valvolare da soli 20 watt... e ci riesco ma vorrei ben vedere li ho presi sovradimensionati. Ma nella prima metà di corsa questi LPAD non sembrano attenuare molto il suono che giunge all'orecchio (aspetto negativo) e mi viene da pensare che per ottenere il mio risultato con ampli da almeno 40 watt un dissipatore da 100 non ce la può fare! E quelli che li hanno da 50 watt almeno come fanno? Non sono la soluzione definitiva a tutti i problemi di potenza eccessiva dei chitarristi moderni!

Burny
07-27-2015, 08:00 AM
Non essendo nota se l'attenuazione è lineare o logaritmica, con la tua prova mi verrebbe di pensare alla seconda opzione e quindi spiegata l'escursione rispetto all'attenuazione.

L'ellepad non è progettato per l'uso che ne stai facendo, normlmente viene applicato per attenuare gli alti sul driver esuberanti, i quali ricevono il segnale quando ci sono gli alti, non continuamente e con la stessa intensità! Considera che la maggior parte della potenza del segnale è intorno ai 2kHz.

Per un 40w bisogna necessariamente dotare il pad di un dissipatore, per potenze maggiori, es 100w, trovare una soluzione alternativa al LPAD.

E comunque portarsi a casa un 40w per tirargli il collo è complicarsi la vita, fanno abbastanza rumore i watt singoli! Da questo la soluzione di alcuni costruttori di avere l'alternativa dall'1 al 3w sull'uscita, oltre i canonici 40/100w.

No capisco perchè mi avete bocciato la soluzione isobox ;-)

Fa caldo per le valvole eh?


B.

magheggio
07-28-2015, 10:07 AM
Non essendo nota se l'attenuazione è lineare o logaritmica, con la tua prova mi verrebbe di pensare alla seconda opzione e quindi spiegata l'escursione rispetto all'attenuazione.

Per un 40w bisogna necessariamente dotare il pad di un dissipatore, per potenze maggiori, es 100w, trovare una soluzione alternativa al LPAD.

E comunque portarsi a casa un 40w per tirargli il collo è complicarsi la vita, fanno abbastanza rumore i watt singoli! Da questo la soluzione di alcuni costruttori di avere l'alternativa dall'1 al 3w sull'uscita, oltre i canonici 40/100w.

No capisco perchè mi avete bocciato la soluzione isobox ;-)

B.

Anche secondo me l'attenuazione è logaritmica... oppure non avverto col mio orecchio fallace un'attenuazione lineare che sarebbe invece misurabile con qualche strumento di misura adatto.

Si per 40watt bisogna utilizzare la ventola sicuramente, ma non basta, non si raggiunge il vero scopo, non si riesce a suonare ad un volume buono per far rendere le valvole (immagino che anche alla massima attenuazione del PAD il volume del finale di un 40 watt normale non si può alzare a più della metà).

Si ma gli ampli da pochi watt sono ancora poco utilizzati ed inoltre gli ampli più gettonati e desiderati sono ancora i mostri da 100 watt... tra i metallari incalliti come me chi non vorrebbe un jcm 800, i vari mesa rectifier e famiglie diverse, e tutti gli altri diezel, bogner... tutti potentissimi ed ancora ineguagliati per suono e qualità dai piccolini...

Io te l'ho bocciata perchè non ho lo spazio per una isobox... non ho spazio più per nulla... sono costretto a tenere una testata sul comodino in camera da letto :) ed ho una chitarra costantemente sul divano... nel mio mini appartamento...

magheggio
07-30-2015, 12:32 PM
Anche secondo me l'attenuazione è logaritmica... oppure non avverto col mio orecchio fallace un'attenuazione lineare che sarebbe invece misurabile con qualche strumento di misura adatto.


Non ho dubbi! Sono sicuro che l'attenuazione del LPAD è logaritimica... sono quasi riuscito a portare il finale al massimo del volume... senza rompere i tipani a nessuno ed i vetri di casa... l'avrei preferita lineare... comunque questo LPAD è un ottimo ageggio (100 watt possono domare un valvolare fino a 40, direi) ma non fa miracoli per quelli più potenti!

Burny
07-30-2015, 07:23 PM
Anche secondo me l'attenuazione è logaritmica... oppure non avverto col mio orecchio fallace un'attenuazione lineare che sarebbe invece misurabile con qualche strumento di misura adatto.

Il tuo orecchio si comporta per come è stato progettato...Logaritmicamente parlando.

E, si vabbè, a chi non piacerebbe spararsi un bel centone nell'orecchie! Se stiamo dentro un condominio nun se po fa. Ergo ripiegare su un valvolare che abbia un canale pre ed uno master.

Un paio i cose, tiri il collo alle finali ma il cono dell'altoparlante, causa l'attenuatore, è praticamente rigido; anche la distorsione del diffusore fa la sua porca figura, altrimenti avrebbe poco senso cambiare un greenback con non so cos'altro, se non adeguatamente sollecitati e pe farlo ci vuole il segnale.

A parte qualche caso particolare di cui non me ne viene in mente nessuno, magari sono tanti ma la mia ignoranza e cialtroneria vince, la maggior parte degli elettrici della seicorde tirano il collo alle preamplificatrici (detta così fa tanto RADIORAMA) utilizzando booster/pedali volume overdrive/distorsori o tutte queste cose messe in serie, uno dei tanti è Scott, quando non ha (dice lui) il Suhre bicanale su un pulito di un fender il DS9 Maxon caricato da un booster...Sull'argomento c'è il M° Parri con BigAxe director's cut, che sull'argomento Henderson ti sanno indicare anche il "pantone" della sua tinta :-))

Diversamente da Guthrie Govan che di norma, dice lui, suona con un la distorsione dell'ampli.

Tutta 'sta pappardella per dirti che il tuo suono è quello con l'ampli che hai e non da quello del tuo ampli con l'attenuatore a -15db...Spero

Ah, un consiglio che rigiro volentieri: se suoni sempre con le casse del pc o con l'ampli strangolato a volumi da Chiesa, se mai ti capitasse di attaccarti ad un ampli con volume da spazzolarti il capello ti troveresti spaesato, non riusciresti a suonare come al tuo solito, non suoneresti proprio, tanto sarebbe innaturale sentire il tuo strumento. Pensa a quando canti sotto la doccia e poi con un microfono ad un impianto voce.
Quindi, ok in appartamento il pod e simili ma trovare lo spazio anche per tirare il collo ad un ampli vero. (BIGAXE DOCET)

B.

magheggio
09-10-2015, 11:13 AM
Il tuo orecchio si comporta per come è stato progettato...Logaritmicamente parlando.

Intendi dire che il mio orecchio è logaritmico? Non lo sapevo!



E, si vabbè, a chi non piacerebbe spararsi un bel centone nell'orecchie! Se stiamo dentro un condominio nun se po fa. Ergo ripiegare su un valvolare che abbia un canale pre ed uno master.

Un paio i cose, tiri il collo alle finali ma il cono dell'altoparlante, causa l'attenuatore, è praticamente rigido; anche la distorsione del diffusore fa la sua porca figura, altrimenti avrebbe poco senso cambiare un greenback con non so cos'altro, se non adeguatamente sollecitati e pe farlo ci vuole il segnale.

A parte qualche caso particolare di cui non me ne viene in mente nessuno, magari sono tanti ma la mia ignoranza e cialtroneria vince, la maggior parte degli elettrici della seicorde tirano il collo alle preamplificatrici (detta così fa tanto RADIORAMA) utilizzando booster/pedali volume overdrive/distorsori o tutte queste cose messe in serie, uno dei tanti è Scott, quando non ha (dice lui) il Suhre bicanale su un pulito di un fender il DS9 Maxon caricato da un booster...Sull'argomento c'è il M° Parri con BigAxe director's cut, che sull'argomento Henderson ti sanno indicare anche il "pantone" della sua tinta :-))

Diversamente da Guthrie Govan che di norma, dice lui, suona con un la distorsione dell'ampli.

Tutta 'sta pappardella per dirti che il tuo suono è quello con l'ampli che hai e non da quello del tuo ampli con l'attenuatore a -15db...Spero

Ah, un consiglio che rigiro volentieri: se suoni sempre con le casse del pc o con l'ampli strangolato a volumi da Chiesa, se mai ti capitasse di attaccarti ad un ampli con volume da spazzolarti il capello ti troveresti spaesato, non riusciresti a suonare come al tuo solito, non suoneresti proprio, tanto sarebbe innaturale sentire il tuo strumento. Pensa a quando canti sotto la doccia e poi con un microfono ad un impianto voce.
Quindi, ok in appartamento il pod e simili ma trovare lo spazio anche per tirare il collo ad un ampli vero. (BIGAXE DOCET)

B.

Beh... io in effetti suono con una pedaliera costituita da un piccolo arsenale di pre a pedale (AMT, ottimi per rapporto qualità prezzo) a transistor tirati a palla(3) collegati con un looper ad un pitch factor e ad un hall of fame; (dal pitch factor in poi è tutto stereo) da qui va in un pre di linea (e microfonico, ma io lo uso di linea) behringher ultragain pro mic2200, molto interessante a mio avviso anche per scopi chitarristici, così che credo di riuscire a tirare abbastanza la sua valvola; poi il segnale (L ed R) abbassato di 8db lo mando negli ingressi del marshall 20/20; il marshallone è settato al momento intorno agli 8 di master volume... e poi ci sono i dissipatori e due casse con i favolosi electro voice black shadow da 200 watt (in realtà il black shadow è solo uno, l'altro è un classic ma sono sicuro che sono identici [ho controllato i dati tecnici ed il mio orecchio non mi segnala differenza]).
Sicuramente i coni sono belli fermi :(... ma il suono da appartamento che mi esce fuori è molto più corposo, caldo e pieno di quello che ottenevo prima senza attenuatori ad un master di 3 che aveva anche un volume ben maggiore... ed i vicini non si sono mai lamentati nemmeno allora... infatti credo che adesso ridurrò un peletto l'attenuazione.
In passato ho sempre usato la distorsione degli ampli... non sono molto ferrato in materia di booster, overdrive e distorsori e l'argomento è complicatissimo non tanto dal punto di vista teorico ma da quello pratico, per la disponibilità del mercato.
Ora dovrei migliorare l'ambiente di lavoro... la strumentazione si trova in un angolo stretta tra un mobile della cucina e la scrivania (sono in un bilocale)... ma non credo sia possibile.... magari se mai lascerò queste desolate terre di paludonia !:)
Poi vabbè sono senza gruppo da anni e dispero di trovarne... quindi il tutto è alquanto sprecato, ma almeno è un piacere quando suono...
Quando uso il PC per i puliti solo chitarra nella scheda audio; per i distorti, a seconda del caso, o esco dalla pedaliera, o dal pre alla scheda audio... ma con i monitor near field, anche se in posizione ottimale, non è la stessa cosa...

Burny
09-10-2015, 04:13 PM
Intendi dire che il mio orecchio è logaritmico? Non lo sapevo!

Burlone...Semmai non te lo ricordavi ;-)





Sicuramente i coni sono belli fermi :(... ma il suono da appartamento che mi esce fuori è molto più corposo, caldo e pieno di quello che ottenevo prima senza attenuatori ad un master di 3 che aveva anche un volume ben maggiore... ed i vicini non si sono mai lamentati nemmeno allora... infatti credo che adesso ridurrò un peletto l'attenuazione.

Ne sono convinto che è meglio di prima!



In passato ho sempre usato la distorsione degli ampli... non sono molto ferrato in materia di booster, overdrive e distorsori e l'argomento è complicatissimo non tanto dal punto di vista teorico ma da quello pratico, per la disponibilità del mercato.

C'hai ragione




Ora dovrei migliorare l'ambiente di lavoro... la strumentazione si trova in un angolo stretta tra un mobile della cucina e la scrivania (sono in un bilocale)... ma non credo sia possibile.... magari se mai lascerò queste desolate terre di paludonia !:)
Poi vabbè sono senza gruppo da anni e dispero di trovarne... quindi il tutto è alquanto sprecato, ma almeno è un piacere quando suono...
Quando uso il PC per i puliti solo chitarra nella scheda audio; per i distorti, a seconda del caso, o esco dalla pedaliera, o dal pre alla scheda audio... ma con i monitor near field, anche se in posizione ottimale, non è la stessa cosa...

Pensa al piacere di un suono aperto...Sicuramente non in un condominio.

Ciao


S.

Burny
09-10-2015, 04:14 PM
Intendi dire che il mio orecchio è logaritmico? Non lo sapevo!

Burlone...Semmai non te lo ricordavi ;-)





Sicuramente i coni sono belli fermi :(... ma il suono da appartamento che mi esce fuori è molto più corposo, caldo e pieno di quello che ottenevo prima senza attenuatori ad un master di 3 che aveva anche un volume ben maggiore... ed i vicini non si sono mai lamentati nemmeno allora... infatti credo che adesso ridurrò un peletto l'attenuazione.

Ne sono convinto che è meglio di prima!



In passato ho sempre usato la distorsione degli ampli... non sono molto ferrato in materia di booster, overdrive e distorsori e l'argomento è complicatissimo non tanto dal punto di vista teorico ma da quello pratico, per la disponibilità del mercato.

C'hai ragione




Ora dovrei migliorare l'ambiente di lavoro... la strumentazione si trova in un angolo stretta tra un mobile della cucina e la scrivania (sono in un bilocale)... ma non credo sia possibile.... magari se mai lascerò queste desolate terre di paludonia !:)
Poi vabbè sono senza gruppo da anni e dispero di trovarne... quindi il tutto è alquanto sprecato, ma almeno è un piacere quando suono...
Quando uso il PC per i puliti solo chitarra nella scheda audio; per i distorti, a seconda del caso, o esco dalla pedaliera, o dal pre alla scheda audio... ma con i monitor near field, anche se in posizione ottimale, non è la stessa cosa...

Pensa al piacere di un suono aperto...Sicuramente non in un condominio.

Ciao


S.

Big Axe
09-23-2015, 08:52 AM
I condomini vanno educati! Basta subire, volume a manetta e crollino i muri! RnR

Burny
10-05-2015, 03:51 PM
I condomini vanno educati! Basta subire, volume a manetta e crollino i muri! RnR

La stessa cosa che i condomini condividono: vanno educati...1 contro tutti!!!


:-)))


B.