banner pubblicitario Axe digitale

Pagina 3 di 4 PrimoPrimo 1234 UltimoUltimo
Mostra risultati da 21 a 30 di 39

Discussione: attenuatore di potenza

  1. #21
    Axista Senior L'avatar di Burny
    Data registrazione
    Sep 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    495
    Citazione Originariamente scritto da Stefano Sabatino Vedi messaggio
    Buonasera,

    Si dice valore efficace della tensione e della corrente di un'onda sinusoidale il valore equivalente che produce su di un resistore di resistenza R gli stessi effetti di riscaldamento della tensione continua.
    Dato cioè un resistore di valore R, se lo alimentiamo con tensione continua di 12V, oppure lo alimentiamo con tensione alternata avente valore efficace di 12V gli effetti sul riscaldamento del resistore sono equivalenti.


    Quando non si hanno argomentazioni e si vuole per forza apparire quel che non si è, si rischia di cadere nel banale.
    Non è necessario essere accademici per dimostrare di AVER AFFERRATO UN CONCETTO.

    Questa è davvero l'ultima volta che scrivo su questo forum, perchè si rischia di annegare in polemiche inutili e sterili.
    Ed a me non va.


    Mi dispiace, ma non mi diverto e non ho più stimoli....

    Ciao a tutti, buona musica,
    Steve
    Puoi scrivere quanto vuoi ma se scrivi cose inventate è bene che qualcuno si prenda la responsabilità di farlo notare.

    Sei tu che hai scritto questo oppure hai dei folleti nel PC:

    Citazione Originariamente scritto da Stefano Sabatino Vedi messaggio
    Tensione d'uscita / Valore in ohm della resistenza = Corrente

    Ex:

    12V / 10 ohm = 1.2A = 1200mA efficaci
    In elettronica non esiste il valore efficace in corrente continua, solo che a te sfugge evidentemente, allora, beccato per l'ennesima volta cerchi di buttarla in caciara.

    Questa è la penultima dimostrazione che sei approssimativo, hai le idee confuse e sono stato gentile!

    Se non vuoi subire lezioni non darle, perchè quando trovi qualcuno che "te le suona", per rimanere in tema musicale, ti rizeli, ti annoi e non hai più stimoli.

    Ci sono tante di opzioni:

    non strafare
    evitare la supponenza
    studiare e capire, allora parlare con cognizione
    stare zitti

    Chi non sa fare, insegna. Chi non sa insegnare, insegna ginnastica. Tu sei quello che neanche la ginnastica.

    Q:
    "Vorrei montare delle corde con scalatura 10 su una fender con ponte fisso"

    A:
    "Vai da un fabbro, metti sotto la pressa di una tonnellata il manico; se una muta da 10 esercita una forza di 300Kpf allora la pressa deve essere impostata per 700kg, se vedi che il manico esplode allora sei sicuro che non puoi montare una muta da 20..."

    Ma lo rileggi quello che scrivi, lo ritieni sensato?

    Ah ho capito, vorresti che nessuno ti contradicesse mentre tu poi farlo liberamente.

    Troppo comodo, ti piace vincere facile, eh?

    Bene mi hai stimolato a darti la prossima lezione.


    B.

    P.S.
    Accademici?
    Matematica del liceo, elettronica da istituto professionale o avviamento al lavoro è accademia?
    Ma non sei te quello che parla di "modelli matematici" come se fosse il suo pane quotidiano?
    Test audiometrici, simulazioni di non so cosa...Hai paura di una funzioncina?


  2. #22
    Stefano Sabatino
    Guest
    ..........
    Ultima modifica di Stefano Sabatino; 04-19-2015 alle 09:47 PM.

  3. #23
    Axista Senior L'avatar di Burny
    Data registrazione
    Sep 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    495
    Ah, l'avevo detto che sei uno stimolo continuo! Fantastico.

    Le prime tre righe di wikipedia dicono il contrario:

    In teoria dei segnali il valore efficace di una funzione periodica è il valore che avrebbe un segnale costante di pari potenza media:


    In elettrotecnica viene introdotta nel regime alternato e trifase per confrontarla con la corrente continua semplificando l'espressione della potenza media ed evitando di analizzare istante per istante il suo andamento.


    Ah scusa, il mio wikipedia:

    http://it.wikipedia.org/wiki/Valore_efficace

    ...Poi volendo puoi fare causa al mondo, accademico e non:

    https://www.google.com/search?q=valo...utf-8&oe=utf-8

    Oppure dire semplicemente che hai preso una cantonata. Non succede nulla.

    A me capita spesso.

    ...Ma non sia mai che il tuo è uno pseudonimo ed il tuo nome vero è Galilelo Galilei?

    Se non lo capsici è grave, sei come un tonno nella rete: più ti muovi e più ti incarti.


    B.

  4. #24
    Stefano Sabatino
    Guest
    ..........
    Ultima modifica di Stefano Sabatino; 04-19-2015 alle 09:47 PM.

  5. #25
    Axista Senior
    Data registrazione
    Feb 2011
    Località
    Alessandria
    Messaggi
    202
    Citazione Originariamente scritto da Burny Vedi messaggio
    Immagina se ogni volta che si acquista un alimentatore bisogna andare in un laboratorio...
    Se acquisti un automobile vai in pista o in una galleria del vento?

    Rimango sempre più perplesso.

    B
    Non direi proprio, io ho pensato di testare questo alimentatore perchè non ne conosco la provenienza e la qualità costruttiva... nella mia pedaliera ci sono già 3 alimentatori che non mi sono mai sognato di testare perchè sono quelli del pitch factor, del DC brick e dei pedali AMT.

  6. #26
    Axista Senior
    Data registrazione
    Feb 2011
    Località
    Alessandria
    Messaggi
    202
    Il tecnico dice che l'alimentatore cinese dovrebbe andare bene per me (dal punto di vista del rumore)... mi ha anche sdoppiato l'uscita per alimentare due dissipatori... io neanche sapevo esistessero certi strumenti di lavoro e componenti: una sorta di guaina per isolare i conduttori che si infila su e poi con un aggeggio che soffia aria molto caldo li si fa aderire per bene al conduttore, una pasta che rende lo stagno (di bassa qualità) meno viscoso, un aspiratore di stagno per pulire contatti già saldati e dissaldati... comincio col comprare un multimetro... neanche quello ho!

  7. #27
    Axista Senior L'avatar di Burny
    Data registrazione
    Sep 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    495
    Citazione Originariamente scritto da magheggio Vedi messaggio
    Il tecnico dice che l'alimentatore cinese dovrebbe andare bene per me (dal punto di vista del rumore)... mi ha anche sdoppiato l'uscita per alimentare due dissipatori... io neanche sapevo esistessero certi strumenti di lavoro e componenti: una sorta di guaina per isolare i conduttori che si infila su e poi con un aggeggio che soffia aria molto caldo li si fa aderire per bene al conduttore, una pasta che rende lo stagno (di bassa qualità) meno viscoso, un aspiratore di stagno per pulire contatti già saldati e dissaldati... comincio col comprare un multimetro... neanche quello ho!
    Guaina termoretraibile, più comunemente termorestringente. Di varie sezioni, si riduce del 50% al calore. Utilizzata sia dagli elettronici che dagli elettricisti.

    L'aggeggio è una pistola ad aria calda ovvero pistola termica ad aria ovvero termopistola (che sembra un termine Lumbard per identificare uno scemo sensibile al calore) ovvero superphon eccetera. 20/22€

    Utilizzata con l'apposito beccuccio a gancio per la guaina, oppure come sverniciatore.


    L'aspiratore di stagno, se non sei un professionista va bene anche la classicissima "Pompetta succhia stagno", 5€; per eliminare lo stagno in eccesso si utilizza anche la treccia di rame.

    La pasta è già contenuta nello stagno, serve per pulire la superficie ed assicurare un contatto migliore. Normalmente viene utilizzata per saldatura smd ed è chiamato flussante.

    Buon divertimento! :-)

    B.

  8. #28
    Axista Senior
    Data registrazione
    Feb 2011
    Località
    Alessandria
    Messaggi
    202
    Ho avuto altro da fare per un po' ma ora sono tornato sul progetto.
    Ne ho costruito uno e l'ho provato con la mia testata da 12 watt... che dire... una figata... 12 watt su un dissipatore da 100 watt, il dissipatore rimane freddino... se metto l'uscita del LPAD al massimo dell'attenuazione ed il volume del finale a 3/4, risulta silenziato quasi del tutto poi ho portato l'attenuazione a 3/4 ed il suono e ben più ricco di quando lo tenevo ad un 1/4 ma a volumi da appartamento... il test è durato meno di 30 minuti... facevo già i salti di gioia... farò un altro test per un uso prolungato superiore all'ora di utlizzo e vedrò come si comporta con la ventola e con le valvole del finale...

    Intanto realizzo il secondo per applicarli al finale stereo e testare quello che è l'obiettivo principale!

  9. #29
    Axista Senior L'avatar di Burny
    Data registrazione
    Sep 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    495
    Citazione Originariamente scritto da magheggio Vedi messaggio
    ... vedrò come si comporta con la ventola e con le valvole del finale...

    Intanto realizzo il secondo per applicarli al finale stereo e testare quello che è l'obiettivo principale!
    Bene, buon lavoro allora! :-)


    B.

  10. #30
    Axista Senior
    Data registrazione
    Feb 2011
    Località
    Alessandria
    Messaggi
    202
    Ad un mese dal completamento del progetto, complice il gran caldo che mi prosciuga, mi fa sudare e mi impedisce di provare (proprio mi fa passare ogni fantasia , in casa ho costantemente almeno 29 gradi.... ci vorrebbe un climatizzatore!) ho fatto solo due prove "definitive" di circa 1 ora con tutto il setup mio e che dire... il risultato è certamente migliore dal punto di vista sonoro rispetto al non averli questi dissipatori: ho messo il volume del finale a quasi 3/4 e l'attenuazione a 9/10 di quella massima, l'LPAD rimane freddino, le ventole nel mio caso non servono, il suono è a volumi da appartamento e a prova di vicino... all'orecchio è più bello, più ricco anche rotondo quando serve nulla da eccepire... è quello che mi ci voleva!
    Però un commento a posteriori... io con un LPAD da 100 watt tento di rendere piacevole ed utilizzabile a volumi da appartamento un valvolare da soli 20 watt... e ci riesco ma vorrei ben vedere li ho presi sovradimensionati. Ma nella prima metà di corsa questi LPAD non sembrano attenuare molto il suono che giunge all'orecchio (aspetto negativo) e mi viene da pensare che per ottenere il mio risultato con ampli da almeno 40 watt un dissipatore da 100 non ce la può fare! E quelli che li hanno da 50 watt almeno come fanno? Non sono la soluzione definitiva a tutti i problemi di potenza eccessiva dei chitarristi moderni!

Informazione thread

Utenti che stanno navigando in questo thread

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno navigando in questo thread. (0 utenri registrati e 1 visitatori)

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •