banner pubblicitario Axe digitale

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 10 di 12

Discussione: Ampli MOSFET - Acustica...Anche Elettrica

  1. #1
    Axista Senior L'avatar di Burny
    Data registrazione
    Sep 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    495

    Ampli MOSFET - Acustica...Anche Elettrica

    Nel mentre, bisogna amplificare gli interventi musicali acustici. Chi non conosce i reading o gli spettacoli dei Noinuvolarossa?

    Male, informatevi! Questa volta però, avendo dato forfait una scuola di musica, la schitarrata spetterebbe ad una tappa della maratolettura...

    Pochi soldi per un bell'ampli da acustica, allora ho messo insieme una serie di esigenze ed ho provato a soddisfarle a modo mio.

    Un ampli trasportabile con una buona resa sia in termini di potenza che di fedeltà, non troppo freddo ma nenanche a valvole per via del trasporto e della delicatezza, un diffusore largabanda robusto e la chitarra...Chitarra.

    Per l'ampli mi sono affidato ad uno schema a mosfet in classe AB ultracollaudato, tant'è che dopo averne realizzati altri due stereo ho pensato che per non perdere troppo tempo sarebbe stato il caso di acquistare il kit, almeno per l'ampli. L'alimentatore ho acquistato l'occorrente scegliendo i condensatori opportuni.

    Ma dove lo metto? Un box trasportabile facilmente dove lo trovo?

    Eccolo:

    IMG_20150411_094532.jpg

    Allora vediamo come ci sta:

    IMG_20150411_094257.jpg

    Il trasformatore è generoso, riesce senza problemi a sopportare un carico di 4 ohm senza battere ciglio...

    DATI TECNICI
    Potenza di uscita R.M.S. su 8 ohm: 100 watt
    Potenza di uscita R.M.S. su 4 ohm: 140 watt
    Banda passante: 10-80.000 Hz
    Distorsione armonica totale: 0,02 %
    Rapporto segnale rumore: 105 dB
    Sensibilità d’ingresso: 0,81 V R.M.S. (4 ohm) - 1 V R.M.S. (8 ohm)
    Tensione di alimentazione: +/- 50 V
    Corrente massima assorbita: 2,5 A (8 ohm) - 3,6 A (4 ohm)

    Ed è toroidale, meno rumoroso.


    B.

  2. #2
    Axista Senior L'avatar di Burny
    Data registrazione
    Sep 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    495
    Sulla presa di corrente sono stati montati dei condensatori per filtrare eventuali schifezze della 220 (oggi 240V).

    Fusibile sulla rete ed un paio sui rami di alimentazione...Mancherebbe quello sull'uscita dell'ampli, volevo metterci un antibumb con protezione casse e continua ma credo che ripiegherò su un fusibile da 6A.

    I Mosfet sono montati su una barra di alluminio da 4mm ad L su un bel dissipatore classico.

    Il tutto è stato fissato su di un pannello di legno delle dimensioni interne della valigetta, connettore neutric per l'altoparlante, interruttore doppio (esclude entrambi i fili della 220):

    IMG_20150411_094333.jpg

    Ove possibile è stata infilata una guaina termorestringente ed utilizzati dei fastom:

    IMG_20150411_094348.jpg

    Quel filo fino color bronzo che svolazza è del led :-( dovrò accorciarlo prima o poi.

    IMG_20150411_094438.jpg

    IMG_20150411_094504.jpg


    B.

  3. #3
    Axista Senior L'avatar di Burny
    Data registrazione
    Sep 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    495
    Pronti per i test...

    IMG_20150411_175037.jpg


    Chitarra -> D.I. -> mixer preamp -> ampli -> cassa

    Cassa che ho acquistato dalla GBC come si vede dall'etichetta.

    Il suono dell'acustica non è male, ho provato con una elettrica ed il dg-stomp, nzomma.

    Certo che se suonassi sotto la metro o per strada sarebbe OK, ma paragonando il tutto ad impianto a valvole non c'è storia.

    Magari devo settare il pre/simulatore meglio.

    IMG_20150411_175120.jpg

    Ovviamente se avessi acquistato una cassa già amplificata avrei speso la metà, ma con la qualità di quel tipo di ampli. 1900watt a 50€...

    All'occorrenza posso cambiare il diffusore e non posso che migliorare, viceversa col tutto integrato supereconomico?

    Bisognerebbe pensare ad un bel preamp a valvole per un uso diverso dall'acustico...

    Con l'occasione potrei anche testare delle corde nuove, in luogo delle "solite" Elixir ;-)

    Ciao Ciao


    B.

    P.S.
    Nel frattempo sono passato dall'amico asiatico per il carrellino :-)

  4. #4
    Axista Senior L'avatar di Burny
    Data registrazione
    Sep 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    495
    Leggendo sulla rete le caratteristiche del diffusore sembravano quantomento ambigue, si parla di un diffusore "Professional Full Range Speaker", tant'è che:

    LEM-12010
    As extremely light and sturdy enclosure made of gas injection moulded polypropylene, with custom designed 10" high-efficiency woofer, it has an impressively versatility for an enormous application: band P.A.s, piano-bars, stage monitoring and fixed installations in live music club venues, pubs, gyms, conference rooms and wherever excellent speech intelligibility is a primary requirement

    Performance Data:

    Frequency response (60Hz-20KHz)

    Maximum S.P.L. (121 dB)

    Nominal Coverage(H x V) (90x40)

    Components (10"woofer, φ25.00mm Compression driver)

    Protection (independent overload protection)

    Connections [Dual Speakon (input and output)]


    Ma se è un largabanda com'è che c'è una feritoia a tromba? E' finta?

    IMG_20150412_115246.jpg

    Smonto e vediamo il mattone che c'è!

    What a nice surprise:

    IMG_20150412_115446.jpg

    Woofer + twiteer...ed un filtro cross-over con tanto di bobine e condensatori, altro che cinesata.

    Inoltre:

    IMG_20150412_120152.jpg

    C'è anche un circuito di protezione; quando prevalgono i pregiudizi.

    Peccato averne acquistato solo uno.


    B.

  5. #5
    Stefano Sabatino
    Guest
    ..........
    Ultima modifica di Stefano Sabatino; 04-17-2015 alle 10:29 AM.

  6. #6
    Axista Senior L'avatar di Burny
    Data registrazione
    Sep 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    495
    Buongiorno, tanto ormai mi sono rassegnato...

    Il trasformatore a lamierini, spesso, è meccanicamente più rumoroso di un trasformatore toroidale.
    Il toroidale è potenzialmente meno rumoroso proprio perché non possiede parti che possono vibrare facilmente, ovvero non è costituito da lamierini tenuti assieme dal collante e dalla vernice “Sterling”. Infatti se il lavoro di fissaggio dei lamierini non è eseguito a regola d’arte, può capitare facilmente di sentire ronzare il trasformatore.
    Inoltre ho fatto costruire diversi trasformatori a lamierini, 500Watt circa, da una ditta specializzata di Milano e quando vengono alimentati si "sentono" a differenza del toroidale che riduce anche l'ingombro.

    E' generoso: sovradimensionato, supporta ampiamente il carico richiesto

    Sulla 220 ci sono dei condensatori che filtrano, sono condensatori intelligenti, quando arriva un segnale spurio lo mandano a massa

    I Mosfet sono simili alle valvole...Ma che non sai la differenza tra un componente comandato in tensione ed uno in corrente?

    Prova a portarti in giro un ampli a valvole da 100/150W e poi ci dici se pesa ed è ingombrante.

    I dati tecnici sono quelli riportati dal progettista.



    B.

  7. #7
    Stefano Sabatino
    Guest
    ..........
    Ultima modifica di Stefano Sabatino; 04-19-2015 alle 10:48 PM.

  8. #8
    Axista Senior L'avatar di Burny
    Data registrazione
    Sep 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    495
    Citazione Originariamente scritto da Stefano Sabatino Vedi messaggio
    Buondì.

    Rassegnamoci.

    - I Mos sono simili alle valvole, ok, ma questo ampli...non lavora in zona lineare..?!


    Ciao,
    Steve

    Conosci ampli progettati in zone non lineari...Conosci chi progetta generatori di pernacchie?

    N.B.
    La pernacchia c'è tutta per una domanda del genere ma se facessimo lavorare valvole, trasistor, fet o mosfet in zona non lineare il risultato sarebbe un generatore di pernacchie.

    Ciao Steve, continua così: sei il mio principale stimolo.


    B. da dietro la tastiera, seduto sulla porcellana :-)

  9. #9
    Stefano Sabatino
    Guest
    ..........
    Ultima modifica di Stefano Sabatino; 04-19-2015 alle 10:49 PM.

  10. #10
    Axista Senior L'avatar di Burny
    Data registrazione
    Sep 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    495
    Buongiorno a te!

    Giuro che i miei Mosfet sono molto caldi, quasi quanto le valvole, non riesco a tenerci la mano sopra!

    Non ti offendere, una pernacchia al giorno d'oggi è quasi un complimento, mica ti facevo così permaloso.

    Che c'entra il posto di lavoro: sai quanti di noi hanno chitarre da sogno e non le sanno suonare?

    Vedi caro, ti hanno fatto credere che 20cm sono due dita sovrapposte, adesso vai in giro a mostrarlo fiero alle donne.

    Al sottoscritto, proveniente da due delle aziende tecnologicamente più avanzate al mondo, ho detto mondo non il tuo ufficio, con i tuoi 20 cm non ci misuro neanche il parapolvere del cono del mio ampli.

    Vero è che io non progetto, d'altronde in azienda non si fa carriera rimanendo in un laboratorio...E' limitante, non so se te lo hanno detto.

    Oh, poi per la progettazione vengono impiegati giovani laureati, gente con cervello attivo e fresco di studi, da come scrivi e ti relazioni presumo che tu possa lavorare si con degli strumenti, considerando che da qualche parte hai detto che sei sul mezzo secolo sarai un impiegato che svolge mansioni tecniche, ripetitive, senza alcun ruolo di coordinamento e responsabilità.

    Lavoro onesto, nessun pregiudizio ma con forti limitazioni ad integrazioni con gruppi di persone. Nessuna capacità di leadership, ti autocelebri e non so che altro.

    Sicuramente sarai una brava persona, spero non col borsello di cuoio, conviviale da birra, non segui il calcio, ad occhio non segui lo sport, probabile che ti dedichi alla corsa campestre.

    Come fanno "quei MOS" a lavorare linearmente io lo so, sei tu che parli a vanvera e tiri fuori teorie strane, peggio dei condensatori che suonano. Almeno in quelli c'è un margine di credibilità ma i finali che non lavorano linearmente è una cosa che ti sei inventato al momento. (ho semplificato il concetto sperando che si capisca, non stravolgere l'intezione che è chiara)

    Quello che non mi è chiaro è perchè conservi il punto fino allo stremo, scrivi evidentemente quando non sei concentrato e ti partono assunzioni improponibili e ti accanisci nel volerle confermare.

    Cosa vuoi che non venga fuori, ancora.

    Se ti guadagni degli extra con dei musicisti e vuoi che la rete sappia che c'è in giro un novello Robert Keeley, per quanto mi riguarda non ho remore, faresti bene però a limitare gli interventi e non strafare.

    Non te la prendere, questa è una scatola virtuale.

    Pizza e birra, appunto.
    B.

Informazione thread

Utenti che stanno navigando in questo thread

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno navigando in questo thread. (0 utenri registrati e 1 visitatori)

Tags per questo thread

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •