banner pubblicitario Axe digitale

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 10 di 12

Discussione: Axe n° 200

  1. #1
    Administrator L'avatar di Big Axe
    Data registrazione
    Sep 2010
    Messaggi
    1069

    Cool Axe n° 200


  2. #2
    Axista Senior L'avatar di carmineermes
    Data registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    240
    Citazione Originariamente scritto da Big Axe Vedi messaggio
    auguri Axe!
    Attendo con impazienza anche questo numero

  3. #3
    Axista Senior
    Data registrazione
    Mar 2013
    Messaggi
    224

    Axe 200

    Il numero 200, come le migliori tradizioni impongono, è stato da Mario MIlan impreziosito con la classica svista. Sulla Gallery, infatti, ha scritto sul titolo Yamaha GA 20, quando in realtà sarebbe SG 20. Se ne scuserà con il proprietario, i lettori e con tutta la redazione.
    Posso garantire che la chitarra in questione funziona molto meglio della sua testa.
    D'altra parte quale sumero si sarebbe prestato meglio per inserire una sua "toppa"?
    Dovrà studiarne una clamorosa per il numero 1000! Dai, anche AXE, come le belle donne, ha più fascino con qualche neo.
    Se è così contate su Mario Milan, sarà sempre più bella.
    Ultima modifica di flyingbird; 07-04-2015 alle 01:48 PM. Motivo: correzioni

  4. #4
    Axista Senior L'avatar di Burny
    Data registrazione
    Sep 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    495
    Citazione Originariamente scritto da Big Axe Vedi messaggio
    Bellissimo numero...Guardarsi indietro sarebbe come sporgersi da un grattacielo.

    Avanti come fosse la prima uscita!

    In gamba "ragazzi" ;-)

    B.

  5. #5
    Axista Senior L'avatar di Maurizio Parri
    Data registrazione
    Sep 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    145
    Citazione Originariamente scritto da flyingbird Vedi messaggio
    quale sumero
    A quando un bell'articolo sui pickup della Mesopotamia? L'UrPAF pare avesse calamite cuneiformi.

  6. #6
    Administrator L'avatar di Big Axe
    Data registrazione
    Sep 2010
    Messaggi
    1069
    Citazione Originariamente scritto da Maurizio Parri Vedi messaggio
    A quando un bell'articolo sui pickup della Mesopotamia? L'UrPAF pare avesse calamite cuneiformi.
    Errori e refusi fioccano...

  7. #7
    Axista Senior L'avatar di carmineermes
    Data registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    240
    @flyingbird: chi mangia fa briciole. Quindi è normale. Mi autoconsolo tra l' altro, visto che io di errori ne faccio a tonnellate!

  8. #8
    Axista Senior
    Data registrazione
    Mar 2013
    Messaggi
    224
    Citazione Originariamente scritto da Maurizio Parri Vedi messaggio
    A quando un bell'articolo sui pickup della Mesopotamia? L'UrPAF pare avesse calamite cuneiformi.
    Eh si, con un suono puntuto. Ma l'ArcaPaf aveva un suono liquido e versatile, con varie sfumature animalesche. Ma quello che mi intriga di più è i Neandricoil, un singolo avvolgimento di liane con sonorità dagli intensi accenti intellettuali e calamite ricavate da rocce vulcaniche della Tanzania. L'uomo di Neanderthal usava chitarre modello GAGS60-40=7+ in pero, ciliegio e panna montata non si sa da chi. SI dice che usassero darsele in testa perché erano convinti che ciò curasse l'emicrania. Questi interessantissimi strumenti sono stati distrutti quando l'Homo Sapiens, che come dice il nome non era stupido, dall'Africa è entrato in Europa, in quanto era corsa la voce che i burocrati di Bruxelles intendessero mettere fuori legge i pickup nel timore che i bambini potessero strangolarsi con gli avvolgimenti di liane. La cosa ha mandato su tutte le furie la Merkel perché intendeva requisire le calamite vulcaniche come garanzia sull'introduzione, da parte degli Homo Sapiens, di una tassa sulla panna montata non si sa da chi. Il Ministro Padoan ha dichiarato di non saperne niente e Renzi ha detto che alla fine la democrazia ha trionfato a sua insaputa e che non avrebbe mai immaginato che la cosa si sarebbe saputa. Intanto Sgarbi illustrava con dovizia di particolari le opere di Tiziano Ferro.

  9. #9
    Axista Senior L'avatar di Maurizio Parri
    Data registrazione
    Sep 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    145
    Citazione Originariamente scritto da flyingbird Vedi messaggio
    Eh si, con un suono puntuto. Ma l'ArcaPaf aveva un suono liquido e versatile, con varie sfumature animalesche. Ma quello che mi intriga di più è i Neandricoil, un singolo avvolgimento di liane con sonorità dagli intensi accenti intellettuali e calamite ricavate da rocce vulcaniche della Tanzania. L'uomo di Neanderthal usava chitarre modello GAGS60-40=7+ in pero, ciliegio e panna montata non si sa da chi. SI dice che usassero darsele in testa perché erano convinti che ciò curasse l'emicrania. Questi interessantissimi strumenti sono stati distrutti quando l'Homo Sapiens, che come dice il nome non era stupido, dall'Africa è entrato in Europa, in quanto era corsa la voce che i burocrati di Bruxelles intendessero mettere fuori legge i pickup nel timore che i bambini potessero strangolarsi con gli avvolgimenti di liane. La cosa ha mandato su tutte le furie la Merkel perché intendeva requisire le calamite vulcaniche come garanzia sull'introduzione, da parte degli Homo Sapiens, di una tassa sulla panna montata non si sa da chi. Il Ministro Padoan ha dichiarato di non saperne niente e Renzi ha detto che alla fine la democrazia ha trionfato a sua insaputa e che non avrebbe mai immaginato che la cosa si sarebbe saputa. Intanto Sgarbi illustrava con dovizia di particolari le opere di Tiziano Ferro.
    Grazie, completo ed esauriente. Un dubbio: è vero che gli ArcaPaf sono venduti solo a coppie?

  10. #10
    Axista Senior
    Data registrazione
    Mar 2013
    Messaggi
    224
    Esatto, ma siccome sono disponibili Arcapaffi, Arcapaffe e Arcapafboh, assolutamente impossibii da distinguere, le coppie formate sono assolutamente casuali ed è per questa ragione che l'Inquisizione Cattolica per un lungo periodo ne ha proibito l'uso. In quel periodo erano noti come Arcapaffi alla carbonara e si potevano avere solo dal mercato nero, che poi non era altro che qualche commerciante che notte tempo faceva lo spazzacamino e di conseguenza arrivava al mercato, la mattina, tutto nero. Per farsi riconoscere gridavano: vu cumprà l'Arcapaf? Ca mo' ce sta, addimane 'n se sa.

Informazione thread

Utenti che stanno navigando in questo thread

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno navigando in questo thread. (0 utenri registrati e 1 visitatori)

Tags per questo thread

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •