banner pubblicitario Axe digitale

Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 10 di 23

Discussione: Altoparlante da 10 per ampli 12watt

Visualizzazione ibrida

Messaggio precedente Messaggio precedente   Messaggio successivo Messaggio successivo
  1. #1
    Axista Junior
    Data registrazione
    Jul 2013
    Messaggi
    10

    Altoparlante da 10 per ampli 12watt

    Ho da poco messo le mani su un vecchio ampli Gibson degli anni 60, il Kalamazoo Reverb12..un piccolo ampli in classe A da 12 Watt con 2 EL84 in push/pull.

    Il diffusore, un vecchio CTS da 10 non ne vuole proprio più. Utilizzando l'ampli su una cassa esterna con Classic Lead, un cono con 100db di dinamica, il volume quasi raddoppia.

    Cercavo un buon cono da 10, abbastanza pulito, con ottima efficienza per avere buona botta con quelle potenze ma conservare la cremosita' delle le 84. Che mi consigli? un P10R da 4Ohm?
    Ciro

  2. #2
    Stefano Sabatino
    Guest
    Ciao,

    Benvenuto Ciro
    Mitico.

    Hmm...una piccola precisazione.
    Quei 100 dB riferiti al cono che hai utilizzato, non riferiscono ad un valore di dinamica ma alla pressione acustica che il cono è in grado di generare, con applicato un W elettrico.
    Ok?

    Allora...

    Del tuo ampli ne esistono due versioni.
    Qual'è la tua?

    Ora, devo precisarti che non ho mai ne visto ne ascoltato quel Gibson (qualcuno ne sa?), però, considerando che si tratta di un ampli non modificato in alcuna parte, posso azzardare che il timbro sia abbastanza ricco di armoniche, piuttosto medioso.
    Gli altoparlanti dell'epoca non erano in grado di garantire molta dinamica ed anzi, piuttosto inclini alla distorsione a volte esagerata.
    Allora, secondo me, non devi usare coni troppo "duri" come per esempio certi alnico e neppure troppo "spinti" come il C12K2.
    Proverei a suonare il tuo ampli con un bel Celestion Green back o Vintage 30.
    Ma sono da 12" ed a te non servono.
    Cosa fare?

    Puoi provare un Jensen C10Q, efficiente, tono british quanto serve, timbro pseudovintage davvero bello.
    Oppure, il C10/50 EL sempre Jensen, ottimo e versatile.

    La scelta in questo campo è poca, quindi prima di qualsiasi acquisto, dovresti testare a dovere qualsiasi prodotto.

    Ciao,
    Steve

  3. #3
    Administrator L'avatar di Big Axe
    Data registrazione
    Sep 2010
    Messaggi
    1069
    Speriamo che Flyingbird veda presto questo post, lui dovrebbe avere un ampli Gibson d'epoca...

  4. #4
    Axista Junior
    Data registrazione
    Jul 2013
    Messaggi
    10
    Ciao Stefano,
    la mia versione è questa:
    http://www.rru.com/~meo/Guitar/Amps/...everb12-a.jpeg

    Il cono attualmente montato è un CTS con magnete ceramico da 270 g. E' molto incline alla distorsione, una distorsione aspra. Il Black Shadow che ho provato (su un'altra cassa), mantiene il suono più pulito.
    Un cono da 12 non entra nel cabinet...nulla da fare!
    Ottimo il consiglio del C10Q, anche per il prezzo.
    che ne dici del C10R?
    Hanno tutti e due un'efficienza di 95 db circa....
    che ne pensi del Neodimio?

    4 o 8 Ohm?

  5. #5
    Stefano Sabatino
    Guest
    Ciao,

    Ok, vedo che non sono indicati i carichi del TU.
    Mah...considerando che lo speaker è un C, allora potresti davvero orientarti sul C10Q, impedenza 8ohm, a scanzo di sprnacchiamenti vari.

    Non cercherei il C10R, perchè forse quest'ultimo tende un po troppo ad enfatizzare una porzione più larga di toni alti rispetto al C10Q.
    Il C10R, infatti, mi pare di aver compreso che tende ad emulare il P10R, molto più conosciuto e degno di nota...chitarristica, ma anche del tutto più costoso, se ricordo bene.

    Tenendo bene a mente che siamo in piena ipotesi, il mio suggerimento è di tentare di mediare un po quel Gibson che NON dovrai usare mai oltre una certa potenza per non creare asprezze.
    Tuttavia, provando a saturare un po l'ingresso, dovresti riuscire ad ottenere suoni fluidi e piacevoli.
    Sai una cosa?
    Mi piacerebbe capire come funziona con una semiacustica da Jazz...................

    Curiosità: il cabine è Open Back oppure Closed?

    Ciao,
    Steve

    Nota: scusa se rispondo a spot, ma ho un po da fare.......

  6. #6
    Axista Junior
    Data registrazione
    Jul 2013
    Messaggi
    10
    Grazie Stefano...
    partiamo per gradi.
    Il Cabinet è un OpenBack piuttosto compatto. Sul Baffle, infatti, non c'è spazio per installare un 12''.

    Come suona? Il cono originale, un CTS, è piuttosto aspro e avaro di volume. Con il Celestion C90 (o classic lead), il suono è molto equilibrato ed il volume è più alto. Il timbro non è mai troppo aspro sulle alte, anzi tende ad essere sempre vellutato. L'ampli è molto basilare, realizzato con un Point to point, nemmeno troppo raffinato. Però ha un timbro piacevole.

    Con una 175 ogni nota è bella tonda e grossa, una palla da bowling.
    Il tone stack dell'ampli non permette grossi stravolgimenti, il timbro è quello.
    L'ampli digerisce bene i pedali.

    Inizialmente pensavo proprio ad un P10R, ma ora mi hai messo la pulce nell'orecchio per il C10Q.
    Ciro

  7. #7
    Axista Senior
    Data registrazione
    Mar 2013
    Messaggi
    224
    Il Reverb 12 fa parte della linea Kalamazoo, una linea di amplificatori relativamente economici prodotti nella seconda metà degli anni sessanta.
    Come classe di amplificatore è vicino al Fender Princeton, con una potenza di circa 12 Watt. Come suono è tipicamente Gibson, con un timbro tendenzialmente un poco scuro, più caldo rispetto ai Fender e molto pulito, se in buone condizioni. Rispetto a un Princeton la saturazione si ha a livelli sonori un poco più alti, quasi al massimo del volume (gli amplificatori Gibson erano disegnati per suonare caldi e puliti, con il musicista jazz come destinatario, a parte alcune eccezioni come il mio GA 40 che è una sorta di anello mancante fra un Fender tweed e un Marshall degli esordi). L'altoparlante deve essere da 8 Ohm. All'epoca dell'introduzione di questo modello la Jensen aveva chiuso, per cui la Gibson ha adottato i CTS, altoparlanti economici usati da molti marchi all'epoca, ma il cui suono non è mai stato molto amato dai chitarristi. Prima la Gibson usava modelli Jensen, tipicamente le serie Q, N e P (il modello P, molto raro in un amplificatore per chitarra, era usato talvolta dalla Gibson in alternativa all'N), secondo la classe dell'amplificazione, in AlNiCo negli anni 50, ceramici negli anni sessanta, per cui un C10Q sarebbe anche storicamente corretto.

  8. #8
    Stefano Sabatino
    Guest
    Ciao,

    x Ciro

    Sai una cosa?
    Mi piacerebbe tanto che tu provassi (in qualche modo da valutare direttamente), a rendere il cab possibile di uso anche closed.
    Sono davvero curioso.
    Secondo me, a quel punto, potresti usare anche uno speaker AlNiCo e chissà al timbro cosa accadrebbe.

    Il cono originale è tipico dell'epoca: bassa tenuta, bassa escursione lineare, bassa efficienza.
    Ed il circuito, come mi sembra di aver intuito dallo schema, è disponibile a "digerire" ampi segnali.
    C'è da divertirsi

    x Flyingbird

    Grazie della risposta, Flying
    Sei stato davvero esauriente e mi hai tolto un peso dallo stomaco: quel C10Q lo avevo ragionato, ma anche azzardato.
    A questo punto, però, mi piacerebbe anche capire un'altra cosa, per piacere.
    Fondamentalmente, che tubi montava quell'ampli?
    Voglio dire questo: sullo schema compare il classico e mitico 12AX7, ed il circuito è di per se adatto ad esser pilotato anche con segnali generosi.
    Cosa accadrebbe utilizzando una 12AU7 al posto dell'originale?
    Credo si ottenga la possibilità di esplorare saturazioni molto "grasse" e "grosse".
    Non so se mi sono spiegato, ti prego di non lesinare critiche
    E poi, sei a conoscenza di quale marca era usata di preferenza?
    Fivre, Philips o altro?

    GRAZIE
    Steve

  9. #9
    Axista Junior
    Data registrazione
    Jul 2013
    Messaggi
    10
    Grazie per le risposte,

    Stefano, quoto in pieno le tue riflessioni sull'amplificatore. L'unica cosa che manca al piccoletto è un pizzico di volume. Inoltre ipotizzo qualche incertezza nel wiring delle masse che porta un po' di fruscio di troppo. Tornando al discorso del cono. già utilizzando il Celestion C90 ho guadagnato diversi dB, quindi molto volume. In definitiva l'ampli suona bene, nulla da eccepire. Un bel timbro tondo, mai aspro sulle alte. Di certo meno neutro di un Fender o del mio Mesa MKIV. A me piace. Con una 175 va alla grande, anche con chitarre dotate di P90 è bella.

    L'amplificatore ha un timbro pulito, ma molto reattivo alla dinamica della plettrata. Non è stato modificato, solo una sostituzione di Condensatori, con valori uguali agli originali e l'aggiunta di un trimmer per il BIAS, nulla di drastico. I controlli di Tono sono originali.

    Per quanto riguarda le valvole. Attualmente ha delle ECC83 marchiate Marshall, credo di produzione cinese. Le finali non so cosa siano. Per non andare su costosissimi NOS, opterei per una sostituzione con Sovtek o EH, che ne dite?

    flyingbird, grazie per le info.

    Ciro

  10. #10
    Axista Senior
    Data registrazione
    Mar 2013
    Messaggi
    224
    Gli amplificatori Gibson erano disegnati per suonare caldi e lineari, una volta ho provato un Titan e mi ha sorpreso quanto suonasse simile al mio Marantz Hi-fi collegato a una 4x12. Un'altra sorpresa è stato il GA 40, completamente diverso, molto più "rock" per così dire, ma è veramente un'eccezione. D'altra parte quel comportamento era certamente non voluto (un poco come la Les Paul, che era nata come chitarra jazz "pratica" e Clapton ne ha fatto uno strumento da rock), ma usato pulito ha suoni molto "alla Les Paul", come è ovvio, essendo la sigla completa GA 40 Les Paul. Tornando al Reverb 12 e eventuali modifiche, dipende da quanto ci si vuole discostare dal timbro originale. Fermo restando che non è un modello "storico" nel campo vintage, si potrebbe ipotizzare una certa libertà d'azione (come sempre non si sa mai, magari un giorno qualche chitarrista famoso lo usa per un disco di successo e improvvisamente diventa ricercatissimo). In ogni caso se ci si limita a sperimentare con le valvole non ci sono problemi, in quanto è sempre possibile riportarlo alle specifiche originali. Francamente non so quali valvole fossero usate all'epoca, normalmente quelle più diffuse erano le General Electric. Il volume è un poco più basso rispetto, ad esempio, a un Princeton, perché è disegnato così, ma credo che un buon tecnico potrebbe aumentare la portata del primo stadio, io, tuttavia, userei un buon overdrive senza pormi tanti problemi. Per avere un poco più di volume e un suono un poco più grosso, più "ampio", si potrebbe affrontare la spesa di un Blackbird, un altoparlante con tutte le qualità classiche Jensen ma una gamma alta aperta e un poco più dolce rispetto ai modelli vintage e una maggiore efficienza (alcuni lo hanno confrontato favorevolmente con un Celestion Blue AlNiCo, stessa trasparenza ma bassi più corposi). Quanto alle valvole le EH sono più pulite delle Marshall. Le Tungsol sono un poco più aggressive. L'unica è provare, la stessa valvola può dare risultati molto diversi secondo il circuito nel quale è inserita.

Informazione thread

Utenti che stanno navigando in questo thread

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno navigando in questo thread. (0 utenri registrati e 1 visitatori)

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •