banner pubblicitario Axe digitale

Mostra risultati da 1 a 8 di 8

Discussione: Gandon Lab

  1. #1
    Axista L'avatar di elteo
    Data registrazione
    Sep 2010
    Località
    Gragnano Trebbiense (Piacenza)
    Messaggi
    86

    Gandon Lab

    Ciao,
    apro questa discussione per parlarvi di due ragazzi in gamba
    che abitano nella zona di Piacenza (non sto facendo nessuna pubblicità!)
    e costruiscono ampli a livello artigianale.

    Si chiamano Stefano e Cesare ed il loro brand è Gandon Lab.

    L'attività che hanno messo in piedi è abbastanza giovane, quindi è una realtà piccola.
    Si affaccia sul territorio del piacentino e sulle zone attigue (Pavia, Lodi, Milano)

    Ho conosciuto Cesare e Stefano nell'Ottobre del 2013, tramite un amico in comune.

    Sono stati ospiti qui nella casa dove vivo, abbiamo trascorso un pomeriggio insieme,
    abbiamo chiacchierato, ascoltato musica, provato ampli, cazzeggiato
    e alla fine, mi hanno lasciato in prova
    3 delle loro testate valvolari per circa un mese.

    Ho avuto la possibilità di ascoltarle con la dovuta concentrazione
    (cosa che raramente accade in negozio, dove secondo me,
    purtroppo, il più delle volte, non si testano gli strumenti in maniera ottimale
    e poi si scopre a casa che cosa è stato comprato)
    e sono rimasto molto favorevolmente colpito dal modello "River 50".
    (Favorevolmente colpito vuole dire che alla fine ho proceduto all'acquisto)
    E' una testata a valvole da 50 watt e monta nella sezione finale 2 valvole KT 88.

    Valvole che da ignorante come sono, non avevo mai nè visto nè provato.

    La cosa che più mi ha colpito della River 50 è la reattività e il dettaglio
    che questa macchina ha nei confronti dell'attacco del plettro sulla corda.

    Quando il plettro colpisce la corda, generando "l'attacco",
    crea un suono e questo "dettaglio sonoro" viene proprio riprodotto in maniera distinta dalla testata.

    La spiegazione più semplice di quello che sto dicendo è:
    se eseguo un passaggio in legato e ci caccio in mezzo qualche pennata,
    l'ampli reagisce producendo suoni che l'orecchio umano percepisce distintamente come diversi tra loro.
    Le note plettrate hanno intorno un "contorno sonoro" difficile da spiegare a parole
    ma è ben presente, molto gradevole (anche se è solo il mio parere personale)
    e comunque molto diverso dalle note eseguite in legato.
    L'impressione che si ha suonando questio ampli è come di essere più bravi di quello che si è,
    ma questo non vuole dire che l'ampli camuffi gli errori. Au contrair.
    La River non perdona nulla e riproduce fedelmente, oltre all'attacco del plettro,
    anche le "cappelle" dell'esecutore.....percui se si vogliono nascondere gli errori,
    questo non è proprio l'ampli adatto.......

    Vi lascio 4 foto
    SAM_1358.jpg SAM_1372.jpg SAM_1379.jpg SAM_1416.jpg
    ed il link dove si sente come suona la testata,
    anche se forse dovevo piazzarlo nella sezione video.....
    https://www.youtube.com/watch?v=NGDs10APrpQ
    ....e....non fate troppo caso alle imperfezioni.....
    del resto....lo avevo detto che la River non camuffa gli errori,
    tantomeno i bending stonati!!!!!!!!!!!!!!
    Ultima modifica di elteo; 05-01-2014 alle 02:59 PM.

  2. #2
    Administrator L'avatar di Big Axe
    Data registrazione
    Sep 2010
    Messaggi
    1069
    Però, bel suono, anche se da un video si capisce fino a un certo punto... Sai che ho avuto anch'io per un po' una Hamer come la tua? Eh, grande chitarra :-(

  3. #3
    Axista L'avatar di elteo
    Data registrazione
    Sep 2010
    Località
    Gragnano Trebbiense (Piacenza)
    Messaggi
    86
    Grazie per l'apprezzamento.
    Concordo sul fatto che, dalla mia registrazione, si capisca fino ad un certo punto
    la sonorità dell' ampli e questa è una mia lacuna.
    Devo fare ancora molti miglioramenti nel campo del "Recording"
    (.....anche in quello anche del "playing" và!!!!)
    Comunque sono onesto e dico che mi sono accorto di questo:
    mentre sto suonando in stanza,
    molti dei dettagli sonori che sono ben presenti
    e che le mie orecchie percepiscono distintamente,
    vanno persi durante la registrazione.
    Per questo posso solo recitare un "mea culpa".
    La Hamer è il migliore strumento che possiedo (Maurizio Solieri docet)
    però ha il piccolo difetto di essere davvero pesante.
    Dal mio canto con questo ampli e la mia chitarra Axis
    (a cui ho sostituito il pick up originale al ponte con un
    EVH Frankenstein Humbucker.......che trovo squisito.....)
    sono conscio di avere raggiunto, dopo 22 anni di ricerca, la mia sonorità ideale,
    nonostante io non sia un professionista.
    Grazie ancora Big Axe.
    Ultima modifica di elteo; 05-10-2014 alle 10:11 AM.

  4. #4
    Axista Senior L'avatar di Burny
    Data registrazione
    Sep 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    495
    Citazione Originariamente scritto da elteo Vedi messaggio
    Ciao,

    E' una testata a valvole da 50 watt e monta nella sezione finale 2 valvole KT 88.

    Valvole che da ignorante come sono, non avevo mai nè visto nè provato.

    Non sei ignorante, sono valvole utilizzate soprattutto in ambito diverso, hi-fi o superiore, in single-ended Ultralineare/Pentodo/Triodo.

    Bene che qualcuno si industri per produrre ampli nostrani...bello, però, come tutti manufatti artigianali: il prezzo non premia ;-)


    B.

  5. #5
    Axista L'avatar di elteo
    Data registrazione
    Sep 2010
    Località
    Gragnano Trebbiense (Piacenza)
    Messaggi
    86
    ....sempre a riguardo delle KT-88.....ne avevo parlato con Stefano (GandonLab)
    Da questa conversazione, ti riporto quello che più mi ricordo,
    cioè le informazioni che maggiormente mi avevano colpito.

    Stefano, nel parlare mi diceva che le KT-88 sono valvole molto robuste dal punto di vista costruttivo
    e venivano utilizzate moltissimo, per questa loro qualità, sulle testate degli anni settanta,
    quando gli ampli dovevano essere trasportati nelle grandi tourneé e dovevano sopportare i "rigori"
    della vita on the road, percui una macchina con a bordo valvole "poco delicate",
    sopravviveva meglio a questo genere di vita ed agli inevitabili maltrattamenti.

    Sempre Stefano mi raccontava che a livello commerciale-industriale
    la vittoria delle 6L6 e delle EL 34 rispetto alle KT-88
    è stata dettata da fattori economici, in quanto le prime
    costavano (e costano) circa la metà rispetto alle seconde.
    Percui i Gandon-boys con questa scelta, volevano provare a fare
    qualcosa di un pochino diverso da quello che è il normale "trend".
    Ora.
    Dirti che tutto questo sia verità......non posso farlo....
    .....non ho le armi in mano per confermarti tutte queste informazioni....percui....ALTOLA'!!!
    Una cosa però la posso dire.
    Una sera, dopo un concerto dei 60/70 (band che propone brani dei Deep Purple)
    sono andato a rompere le scatole al chitarrista,
    Fabrizio Fratucelli, che, per me, rimane un grandissimo musicista.
    Ero rimasto molto favorevolmente colpito dal suo suono (!) e volevo sapere
    che amplificatore era quello che lui utilizzava.
    PDVD_074.jpg
    Fabrizio mi disse che la sua testata era una Marshall modello "Major" da 200 watt.

    Abituato com'ero a pensare che le 6L6 e le EL 34 producono ciascuna 25 watt, gli ho stupidamente domandato:
    DUECENTO WATT???!!!??
    ....ma allora nel finale hai 8 (!) valvole.....???????

    Fabrizio mi rispose che la sua Major, nel finale, aveva valvole KT-88, polarizzate (?) in modo da produrre 50 watt l'una.
    Percui 4 tubi KT-88.
    (.....e lì.....mi cadde la mascella......)
    La cosa che più mi piacerebbe (e che rimarrà un sogno) sarebbe di poter ospitare
    Fabrizio (e il suo stack) nella mia stanza per mettere a confronto le 2 testate.

    Per quanto riguarda il prezzo, sono sicuramente d'accordo con te.
    E' vero. Il prezzo non premia.
    Personalmente mi ritengo molto fortunato.
    Nel mio percorso ho incontrato una persona (mia moglie)
    che mi ha lasciato fare di testa mia e mi ha lasciato coltivare
    una passione spendendoci dietro anche dei soldi,
    però ho fatto anche determinate scelte di vita e ho dato alla musica un grande valore.

    Lo so che sembra una frase altisonante o da megalomane, ma non è così.
    Non sono un professionista, lo so bene e non devo andarci in tourneé con le KT-88,
    però ho cercato di dedicare a questa mia passione tutto quello che riuscivo
    e sono contento di avere incontrato i Gandon-boys nel mio cammino.
    Poi, molto dipende da quello che uno ha in testa di fare.
    Nella mia testa c'è questo: voglio suonare hard rock. PUNTO
    Van Halen, Deep Purple, White Lion, Extreme, Ozzy Osbourne.....Vasco Rossi alla vecchia maniera..........
    e quasi quasi ci sono riuscito, anche se lo faccio chiuso in casa.
    Ho cercato, un pò alla mia maniera, di unire la vecchia scuola dell'ampli a valvole
    alla moderna tecnologia del pc, per tirarmi giù i brani rallentandoli, per registrarmi....
    .....in pratica, per fare un pò quello che volevo, cercando di essere contento nel farlo.

    RON....FI.....RON......FIIIIIIIIIIIIII (ho fatto dormire tutti!!!!!!!!!!!!)
    Ultima modifica di elteo; 05-10-2014 alle 10:15 AM.

  6. #6
    Axista Senior L'avatar di Burny
    Data registrazione
    Sep 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    495
    Sinceramente non ho informazioni riguardo alla robustezza in fase di trasporto, le kt-88 sono state utilizzate in passato per amplificare il basso e, quello che noi anticamente chiamavamo (almeno dalle mie parti) "impianto voci", e gli americani PA System (forse dico una strunzata, PA sta per Public Address)...poche chitarre.

    Historically, it has been far more popular with high fidelity stereo manufacturers than guitar amplifier builders, given its characteristics of high-power and low-distortion. Due to these characteristics, it is regularly used to replace 6550 tubes by end users seeking a guitar amplifier tone with less distortion.

    Da quanto so Hiwatt e Marshall sono stati gli utilizzatori delle KT-88, HIwatt costruendo ampli da 400w nei primi anni 70.

    The Marshall 200 was released circa 1967 in response to the need for more power than the 100 watt stacks at the time. The 200 featured active tone controls and was nicknamed a "Pig" by David Bowie's guitar player [Mick Ronson] who swore by them and used his Pigs exclusively throughout the Ziggy Stardust era of late '60s - mid '70s.

    In late 1967-early 1968, the front panel and circuitry of the Pig was revised and made wider to be identical in width to the [then] standard dimension of their 100 watt heads. Concurrent with that change, the "Marshall 200" (aka "Pig") was re-named to Marshall "Major".

    This amp had 4 channels and 8 inputs. The 1976 PA Columns were designed to be used in pairs with the 1966 Major PA amp.

    Using four KT88 power tubes, these amps were very powerfull, very loud and very expensive. They were in production up to 1974.


    Citazione Originariamente scritto da elteo Vedi messaggio
    Fabrizio mi rispose che la sua Major, nel finale, aveva valvole KT-88, polarizzate (?) in modo da produrre 50 watt l'una.
    Percui 4 tubi KT-88.
    Nessun fuoco di artificio o strana magia, l'impiego è il classico push-pull...una valvola ha le proprie caratteristiche, una lampadina (con caratteristiche costruttive) da 25w fornisce questa energia a 220 V, a 125 V ne darà 12,5w, a 440 50W...dura 30 secondi e si fonde il filamento. La valvola pensala come una lampadina complicata.

    Corollario, in fotografia si usava sovralimentare le lampade per avere una luce simile a quella del giorno. Si usavano lampade per la 125v e si sovralimentavano di qualche decina di volts oppure si utilizzava il "Survoltore" (vi ricordo che veniamo dalla guerra, non c'era internet e in edicola c'era Radiorama...) con quelle a 220V

    Detto survoltore, la leggenda narra, che veniva utilizzato da tale Eddie van Halen per sovralimentare la sua testata, concetto della lampadina, per avere più distorsione, headroom...In una intervista ha smentito l'artifizio; la line 6 nei suoi modelli di ampli riportava la figura della testata del' Eddie sovralimentata...Modello fisico ripreso dall'originale mai esisitito (?)

    Niente di alternativo:

    DR_400wOutput.jpgDR_200wOutput4.jpg



    N.B.
    Anche se non ce ne è bisogno, RIBADISCO, IMHO, questo è uno spazio dove si ritrova gente con interessi e passioni comuni, condividono quello che sanno senza prevaricazione, mettendolo a fattor comune...La cazzata è sempre dietro l'angolo. Ben vengano opinioni alternative ed esperienze diverse.


    Bye Bye Burny

  7. #7
    Axista Senior
    Data registrazione
    Mar 2013
    Messaggi
    224
    Le KT88 sono un poco come gli altoparlanti Heavy Duty, ottime per dare potenza pulita, per questo erano più popolari in hi-fi e impianti di sonorizzazione di alto livello. Naturalmente, come tutte le cose, dipende dall'applicazione. Alla fine degli anni sessanta e i primi anni settanta gli impianti erano usati per la voce e la batteria, basso e chitarre si amplificavano in proprio. Gli amplificatori dovevano fornire il livello sonoro necessario per farsi udire e la saturazione voluta, per cui in molti casi andava bene un Marshall con le EL 34, ma se si voleva più margine pulito, le KT88 erano l'ideale.
    Personalmente credo che a limitarne l'uso, oltre al prezzo, abbia contribuito il progresso nel campo degli impianti, che ha reso non più utile avere amplificatori ultra potenti sul palco e reso preferibili finali più propensi a saturare a volumi meno elevati.
    Quanto alle qualità sonore, ogni valvola è ottima se il circuito è disegnato in modo da esaltarne le potenzialità.
    Ovviamente prodotti artigianali costruiti con componenti selezionati non può costare poco, ma se la qualità sonora c'è e si sa come promuoverla non sarà il prezzo a costituire un problema.

  8. #8
    Axista Senior L'avatar di carmineermes
    Data registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    240
    anche io ho fatto una piccola esperienza con le KT88. Tempo fa, ho avuto modo di provare la testata prototipo della Single Man con 2 KT88 e la bellezza di 80W. E' stato amore a prima nota... un suono pulito bellissimo. Adesso, la versione definitiva monta però le 6L6 ma non ho chiesto per quale motivo. Probabilmente 50W sono più che sufficienti

Informazione thread

Utenti che stanno navigando in questo thread

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno navigando in questo thread. (0 utenri registrati e 1 visitatori)

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •