• 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
  • 32
  • 33
  • 34
  • 35
  • 36
  • 37
  • 38
  • 39
  • 40
  • 41
  • 42
  • 43
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
  • 32
  • 33
  • 34
  • 35
  • 36
  • 37
  • 38
  • 39
  • 40
  • 41
  • 42
  • 43

Dal nuovo numero

  • [prova] pickup Wizz dedicati a Duane Allman: Darkburst e Cherry Burst +

    La ditta croata Wizz Pickups, dopo il successo incontestabile del suo Premium Clone PAF Set, copia fedele del set preferito della sua codarkburstllezione privata, considerato, per autenticità sonora ed estetica, una delle migliori repliche P.A.F. sul mercato, introduce una serie “signature” in cui sono riprodotti i pickup montati su alcune chitarre di chitarristi famosi. Attualmente sono disponibili quattro set, due dedicati a Duane Allman dell'Allman Brothers Band, uno a Paul Kossof dei Free, uno a Eric Clapton con i Bluesbreakers, e ne sono previsti altri a breve. In prova riceviamo i due set della Wizz dedicati a Duane Allman, Darkburst Hot ‘Lanta e Cherry Burst Layla/Fillmore, che rappresentano un po’ i due estremi del panorama P.A.F.: potente e brillante uno, aperto e articolato l'altro. Duane Allman nella sua carriera ha usato varie chitarre, in modo particolare varie Fender Stratocaster nel periodo in cui si è fatto un nome come session man, poi varie Gibson Les Paul. La prima Les Paul è stata una Gold Top del 1957, usata nelle ultime session (Boz Scaggs, Ronnie Hawkins, John Hammond Jr.) e nel disco di Clapton Layla and Other Assorted Love Songs, oltre che nei primi...

    Leggi...
  • [news] trasmettitore Nux B2, EHX Op-Amp Big Muff, cavi Bullet +

    Electro-Harmonix lancia una reissue dell’OP-AMP BIG MUFF PI di fine Anni ‘70, noto anche come IC o V4 Big Muff, reso popolare da Billy Corgan degli Smashing Pumpkins. NUX propone il sistema di trasmissione digitale B2 2.4 GHz. I cavi BULLET CABLE includono le serie Coil, Mini Coil e Classic Coil a spirali maggiorate, la serie Thunder di cavi lineari professionali con connettori dritto/dritto, e il comodo e interessante kit SLUG fai-da- te...

    Leggi...
  • [intervista] Marco Sfogli - Doppio impegno con la PFM e gli Icefish +

    Da quando prendemmo accordi con Marco Sfogli per questa intervista su Axe, vedevamo chiarissima l’ironia implicita in questo sottotitolo. Diremo, calcisticamente, che è stato come per Paolo Rossi spingere di testa in rete IL cross di Bruno Conti nella semifinale mondiale contro la Polonia del luglio 1982; quasi inevitabile, vista la doppia militanza di Marco nella Premiata Forneria Marconi (PFM) e negli Icefish. Nello storico gruppo milanese alfiere del prog italiano, fondato agli inizi degli Anni ’70, Marco ha sostituito nientemeno che il chitarrista e membro fondatore Franco Mussida. L’odierna PFM è inoltre costituita da Franz Di Cioccio, cantante e batterista, Patrick Djivas al basso, Lucio “violino” Fabbri, violino e tastiere, Roberto Gualdi alla batteria, Alessandro Scaglione, piano e arrangiamenti orchestrali, Alberto Bravin tastiere, chitarra acustica e voce. Ultimo doppio disco, con Sfogli alle chitarre, Emotional Tattoos. Negli Icefish Marco ha realizzato un preciso progetto musicale dopo anni di attesa, insieme al suo grande amico Alex Argento alle tastiere, Virgil Donati alla batteria e Andrea Casali al basso e voce. La chiacchierata segue proprio un concerto degli Icefish tenutosi il 13 febbraio, al meritorio e attivissimo Legend, locale di riferimento per il rock e il metal in quel di Milano.

    Direi di iniziare, noblesse oblige, dalla tua “incorporazione” nella PFM.

    Bisogna risalire ai tempi del progetto Neon Karma, con Roberto Gualdi, Lorenzo Feliciati e Guido Block; completammo un CD che attende solo di essere pubblicato. Eravamo allo studio Metropolis a Milano, da Lucio Fabbri, e Roberto Gualdi mi disse che c’era un possibile interesse al progetto da parte di Franz Di Cioccio. In effetti venne a trovarci in studio, parlammo, sembrava interessato… Successivamente, durante una serata organizzata per la Ibanez, Roberto mi chiese un po' di mie cose, varie come intenzione e costruzione: “Tu manda, non si sa mai…”

    Leggi...
  • 1
  • 2
  • 3

Dal nuovo numero

  • [prova] pickup Wizz dedicati a Duane Allman: Darkburst e Cherry Burst +

    La ditta croata Wizz Pickups, dopo il successo incontestabile del suo Premium Clone PAF Set, copia fedele del set preferito della sua codarkburstllezione privata, considerato, per autenticità sonora ed estetica, una delle migliori repliche P.A.F. sul mercato, introduce una serie “signature” in cui sono riprodotti i pickup montati su alcune chitarre di chitarristi famosi. Attualmente sono disponibili quattro set, due dedicati a Duane Allman dell'Allman Brothers Band, uno a Paul Kossof dei Free, uno a Eric Clapton con i Bluesbreakers, e ne sono previsti altri a breve. In prova riceviamo i due set della Wizz dedicati a Duane Allman, Darkburst Hot ‘Lanta e Cherry Burst Layla/Fillmore, che rappresentano un po’ i due estremi del panorama P.A.F.: potente e brillante uno, aperto e articolato l'altro. Duane Allman nella sua carriera ha usato varie chitarre, in modo particolare varie Fender Stratocaster nel periodo in cui si è fatto un nome come session man, poi varie Gibson Les Paul. La prima Les Paul è stata una Gold Top del 1957, usata nelle ultime session (Boz Scaggs, Ronnie Hawkins, John Hammond Jr.) e nel disco di Clapton Layla and Other Assorted Love Songs, oltre che nei primi...

    Leggi...
  • [news] trasmettitore Nux B2, EHX Op-Amp Big Muff, cavi Bullet +

    Electro-Harmonix lancia una reissue dell’OP-AMP BIG MUFF PI di fine Anni ‘70, noto anche come IC o V4 Big Muff, reso popolare da Billy Corgan degli Smashing Pumpkins. NUX propone il sistema di trasmissione digitale B2 2.4 GHz. I cavi BULLET CABLE includono le serie Coil, Mini Coil e Classic Coil a spirali maggiorate, la serie Thunder di cavi lineari professionali con connettori dritto/dritto, e il comodo e interessante kit SLUG fai-da- te...

    Leggi...
  • [intervista] Marco Sfogli - Doppio impegno con la PFM e gli Icefish +

    Da quando prendemmo accordi con Marco Sfogli per questa intervista su Axe, vedevamo chiarissima l’ironia implicita in questo sottotitolo. Diremo, calcisticamente, che è stato come per Paolo Rossi spingere di testa in rete IL cross di Bruno Conti nella semifinale mondiale contro la Polonia del luglio 1982; quasi inevitabile, vista la doppia militanza di Marco nella Premiata Forneria Marconi (PFM) e negli Icefish. Nello storico gruppo milanese alfiere del prog italiano, fondato agli inizi degli Anni ’70, Marco ha sostituito nientemeno che il chitarrista e membro fondatore Franco Mussida. L’odierna PFM è inoltre costituita da Franz Di Cioccio, cantante e batterista, Patrick Djivas al basso, Lucio “violino” Fabbri, violino e tastiere, Roberto Gualdi alla batteria, Alessandro Scaglione, piano e arrangiamenti orchestrali, Alberto Bravin tastiere, chitarra acustica e voce. Ultimo doppio disco, con Sfogli alle chitarre, Emotional Tattoos. Negli Icefish Marco ha realizzato un preciso progetto musicale dopo anni di attesa, insieme al suo grande amico Alex Argento alle tastiere, Virgil Donati alla batteria e Andrea Casali al basso e voce. La chiacchierata segue proprio un concerto degli Icefish tenutosi il 13 febbraio, al meritorio e attivissimo Legend, locale di riferimento per il rock e il metal in quel di Milano.

    Direi di iniziare, noblesse oblige, dalla tua “incorporazione” nella PFM.

    Bisogna risalire ai tempi del progetto Neon Karma, con Roberto Gualdi, Lorenzo Feliciati e Guido Block; completammo un CD che attende solo di essere pubblicato. Eravamo allo studio Metropolis a Milano, da Lucio Fabbri, e Roberto Gualdi mi disse che c’era un possibile interesse al progetto da parte di Franz Di Cioccio. In effetti venne a trovarci in studio, parlammo, sembrava interessato… Successivamente, durante una serata organizzata per la Ibanez, Roberto mi chiese un po' di mie cose, varie come intenzione e costruzione: “Tu manda, non si sa mai…”

    Leggi...
  • 1
  • 2
  • 3

Flash News

Ultime dal forum

Il Forum di Axe